Il DSS rompre la coalizione a livello locale con il partito di Vucic

Il Partito Democratico di Serbia (DSS) ha deciso in occasione della sessione della presidenza di rompere la coalizione a livello locale con il Partito progressista serbo, perché, come ha detto il presidente di questo partito Milos Jovanovic, non vogliono dare legittimità alla politica del Kosovo, riporta il Blic.

Jovanovic ha detto che non esclude l’eventuale ingresso nell’Alleanza della Serbia, ma ciò dipende dalla loro valutazione della situazione e ha aggiunto che la decisione di interrompere la coalizione a livello locale con il SNS non ha nulla a che fare con l’Alleanza della Serbia.

Ad una conferenza stampa, presso la sede del DSS, Jovanovic ha riferito che per il partito SNS c’era la differenza tra le autorità a livello locale e nazionale, ma oggi le circostanze non sono più “normali”.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Ha aggiunto, tuttavia, che anche se la politica locale non ha nulla a che fare con la politica nazionale, deve avere a che fare con “il tradimento nazionale”, così come il fatto che le questioni relative allo status del Kosovo si sono velocizzate e che lui e il suo partito non vogliono farne parte.

Alla domanda se a causa dello scioglimento della coalizione in un auto-governo locale verrà abbattuto il governo, Jovanovic ha detto che “non ha pensato a questo proposito, ma che si tratta comunque di una decisione responsabile, e che questa domanda dovrebbe essere posta a quelli del partito SNS”.

Il DSS, in coalizione con il SNS, era in 14 comuni.

La Risposta del partito SNS

Il Partito Progressista Serbo ha reagito alla notizia, dicendo di fatto il responsabile della rottura della coalizione è proprio il partito DSS.

“Quelli del DSS sperano che i cittadini della Serbia abbiano dimenticato che sono loro i principali colpevoli per la rottura dello Stato, e che la loro incapacità di agire ha portato il Montenegro a separarsi dalla Serbia e ha portato Pristina a guadagnarsi nella comunità internazionale il supporto fondamentale per la dichiarazione unilaterale di indipendenza”, ha detto il vice presidente dl partito SNS e direttore dell’Ufficio per il Kosovo Marko Djuric.

Come ha detto Djuric, la politica del DSS è una politica “irriverente” e le loro azioni sostengono ” l’ulteriore degrado del proprio stato e l’indebolimento della posizione negoziale della Serbia in un momento in cui il presidente Vucic fa di tutto per giungere ad una soluzione sostenibile e ad un compromesso per il Kosovo, che garantirebbe la pace a lungo termine e la prosperità economica della Serbia “.

Photo Credits: Nedeljnik

https://www.nedeljnik.rs/politiko/portalnews/dss-raskida-koalicije-sa-sns-na-lokalu-ne-znamo-da-li-ce-biti-oborena-neka-lokalna-vlast-i-ne-razmisljamo-o-tome/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Coalizione, DSS, Marko Djuric, Milos Jovanovic, Partiti
Djilas
Djilas: Ci è stato offerto di aderire all’SNS ma abbiamo rifiutato

Nuova possibile coalizione tra Jankovic e Tadic?

Chiudi