Il discorso di Vučić e le allusioni all’introduzione delle sanzioni contro la Russia

L’introduzione delle sanzioni alla Russia resta il tema principale sulla rotta Belgrado-Bruxelles. Il Presidente Aleksandar Vučić nel suo discorso di sabato ha accennato all’idea di allinearsi alla decisione dell’Unione Europea, alludendo al fatto che la Russia ha alla fine imposto sanzioni alla Serbia negli anni ’90, anche se non era necessario. Il messaggio del Presidente è che l’attuale posizione di Belgrado sarà valida fintanto che il beneficio sarà maggiore del danno per la Serbia. 

La decisione, ritengono gli analisti, potrebbe essere presa dal nuovo governo, la cui formazione il Presidente ha annunciato entro il 1° novembre. “Ci diamo il diritto di tenere una posizione del genere fino al momento in cui il danno causato alla Serbia sarà maggiore di qualsiasi altra cosa e dovremo ammettere che il desiderio di alcuni di distruggere la posizione di Belgrado è tale che dobbiamo accettare una realtà diversa”, ha detto il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić.

Per determinare quale danno dalla mancata introduzione di sanzioni contro la Russia costringerebbe la Serbia a cambiare posizione, bisogna prima determinare quali benefici rimangono dalle relazioni fraterne con la Russia. “Abbiamo il sostegno per il Kosovo, ovvero la non ammissione del Kosovo alle Nazioni Unite, abbiamo il sostegno per la sopravvivenza della Republika Srpska attraverso il Consiglio per l’attuazione della pace e abbiamo prezzi del gas più bassi”, afferma l’analista politico Dragomir Anđelković. Due dei tre benefici elencati, almeno dal punto di vista della Comunità europea, a cui ancora formalmente la Serbia si sforza di aderire non hanno nulla a che vedere con la qualità della vita dei cittadini serbi, perché per Bruxelles le cose sono chiare, né il Kosovo, né la Republika Srpska, fanno parte della Serbia. A quando l’ammontare del danno supererà i benefici?

Kad šteta bude veća od koristi: Da li Vučić nagoveštava uvođenje sankcija Rusiji

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top