Il Commissario europeo Varhelyi esorta i partiti serbi a non boicottare le elezioni

Il Commissario europeo per l’allargamento Oliver Varhelyi ha invitato ieri tutti i partiti politici in Serbia a non boicottare le elezioni.

“Sollecitiamo tutti i partiti politici a partecipare alle elezioni, non a boicottarle; questo è necessario per il popolo serbo, perché la democrazia funziona se tutti partecipiamo”, ha detto Varhelyi ai giornalisti.

Parlando a una conferenza congiunta con la delegata del Parlamento europeo per le relazioni con la Serbia, Tanja Fajon e il relatore del Parlamento europeo per la Serbia, Vladimir Bilcik, Varhelyi ha affermato che lo scopo della loro visita è stato quello di chiedere a “tutte le parti di entrare in un contenitore comune per accelerare il processo di adesione della Serbia all’UE”.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“Il messaggio è che c’è ancora tempo per l’opposizione, che ha dichiarato il boicottaggio, di tornare al dialogo interpartitico ed, eventualmente, alle elezioni. Vogliamo contribuire a rendere le elezioni giuste; i cittadini si devono fidare delle istituzioni”, ha affermato la Fajon.

Ha aggiunto che la situazione nel settore dei media in Serbia “si sta deteriorando ogni anno” e che si tratta di una “grossa preoccupazione” per l’UE.

Il commissario Varhelyi ha affermato che i colloqui tra le autorità serbe e l’opposizione hanno prodotto “risultati davvero significativi” e ha aggiunto che spera che possano continuare dopo le elezioni.

Lo stesso afferma di aver ammonito i massimi funzionari serbi che cambiare la legislazione elettorale “all’ultimo minuto non è il modo migliore per iniziare una campagna”, ma i suoi interlocutori gli hanno detto che i cambiamenti sono stati “sostenuti da tutto il parlamento”.

“Se il parlamento è unito, se c’è un chiaro sostegno da parte del parlamento (per modificare le leggi elettorali), allora va bene”, ha affermato quindi il Commissario europeo.

Varhelyi, Bilcik e la Fajon hanno tenuto una conferenza stampa dopo una riunione congiunta con la portavoce del parlamento serbo Maja Gojkovic e i rappresentanti dei partiti politici che partecipano al dialogo con l’opposizione sulle condizioni elettorali, in vista di un incontro con i rappresentanti del partito Unione per la Serbia (SzS) e del Movimento dei cittadini liberi (PSG) che all’opposizione hanno annunciato un boicottaggio delle elezioni.

Alla domanda se avessero in mente “un meccanismo per restituire i partiti SzS e PSG” al dialogo con il governo e all’opposizione, Varhelyi ha detto di no e che avrebbe cercato di “persuaderli personalmente” durante l’incontro di ieri sera.

https://beta.rs/politika/122809-varheji-pozvao-sve-stranke-da-izadju-na-izbore-fajon-ukazala-na-problem-medija

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top