Il capo dell’Unione militare serba bollato come “agente russo” dai servizi segreti militari occidentali

Il capo dell’Unione militare della Serbia Novica Antić è un collaboratore del Servizio di sicurezza federale russo (FSB), un cosiddetto “agente di influenza” incaricato di diffondere la narrativa pro-Russia e di indebolire il sentimento pro-UE e pro-NATO, ha riferito il sito web Politico, citando un briefing dell’intelligence occidentale a cui ha avuto accesso.

L’intelligence russa sta usando un agente serbo per infiltrarsi nelle istituzioni dell’UE e per diffondere i discorsi pro-Cremlino sull’invasione dell’Ucraina, ha riferito Politico.

Politico aggiunge che Antić ha incontrato funzionari europei a Bruxelles e in particolare membri del Parlamento europeo, tra cui la deputata tedesca dei Verdi Viola von Cramon-Taubadel, la deputata italiana dei Socialisti e Democratici Alessandra Moretti e Vladimír Bilčík, membro slovacco del gruppo conservatore del Partito Popolare Europeo, secondo un comunicato stampa e una foto visti da POLITICO. Non c’è nulla nel briefing dell’intelligence che suggerisca che Moretti, Bilčík e von Cramon-Taubadel fossero a conoscenza dei legami di Antic con l’FSB quando lo hanno incontrato.

Politico afferma inoltre che Antić ha lavorato a stretto contatto con un collaboratore dell’FSB di nome Vyacheslav Kalinin, di nazionalità russa e caporedattore di Veteran News, un sito web specializzato in notizie per i veterani delle forze armate. Una scheda “Chi siamo” sul sito web afferma che Veteran News è un “partner informativo” dell’FSB e del Ministero della Difesa russo, tra le altre branche delle forze di sicurezza della Russia.

Politico prosegue affermando che Kalinin ha invitato Antić in Russia per incontrare alti funzionari militari russi tra il 2019 e il 2020. Inizialmente concentrati sull’influenza della società civile serba, i due hanno poi allargato il loro obiettivo alle organizzazioni sindacali e dei veterani europei e, negli ultimi mesi, ai membri del Parlamento europeo.

Antić, un critico dichiarato delle forze armate serbe che si è scontrato con la leadership politica del Paese, è attualmente detenuto con accuse non specificate. L’arresto è avvenuto due settimane dopo che il Ministro della Difesa serbo Milos Vučević ha definito “stupida” l’idea di sindacati per il personale militare. Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali sul caso e gli avvocati di Antić non hanno voluto specificare il reato di cui è stato accusato.“Si tratta di una procedura pre-investigativa. Il procedimento proseguirà con un’udienza presso la Procura superiore di Novi Sad, competente per territorio”, ha dichiarato uno degli avvocati di Antic, Mitar Krstić.

(Blic, 05.03.2024)

https://www.blic.rs/vesti/politika/politiko-novica-antic-je-ruski-agent-smatraju-kazu-zapadne-sluzbe/ev3njx3

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top