Il 64% dei serbi è a favore dell’adesione all’UE; il 32,7% crede che non avverrà mai

Nei Balcani occidentali, l’82,5% dei cittadini sostiene l’adesione dei propri Paesi all’Unione europea, e in Serbia, il numero di sostenitori dell’adesione all’Unione è del 64,1%; è il risultato di un sondaggio condotto dal gruppo consultivo per le politiche pubbliche in Europa.

Quasi il 40% degli intervistati nella regione vede positivamente il ruolo dell’Unione Europea nelle riforme politiche, mentre la stessa percentuale sostiene il ruolo di Bruxelles nel processo di riforme economiche nei Paesi della regione.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il numero di coloro che valutano negativamente il ruolo dell’UE è quasi due volte inferiore, ovvero il 22,8% pensa che il ruolo dell’UE nelle riforme politiche sia negativo o prevalentemente negativo e il 21,4% considera negativo il ruolo di Bruxelles nelle riforme dell’economia.

Tuttavia, l’indagine mostra che non una piccola percentuale di intervistati è insoddisfatta dei progressi del proprio Paese nel processo di integrazione europea.

Secondo il sondaggio, il 17,6% degli intervistati in Serbia e il 17,7% degli intervistati in Montenegro, che sono elencati come leader nel processo di integrazione europea, ritengono che il motivo principale di insoddisfazione per l’Unione sia il lento processo di adesione.

D’altra parte, l’11,7% degli intervistati in Serbia e il 9,4% degli intervistati nella Macedonia del Nord si lamentano del costante moltiplicarsi delle richieste da parte dell’Unione Europea, ed esprimono preoccupazione “che l’UE non ci voglia”.

Alla domanda se l’adesione all’UE avverrà nei prossimi cinque, dieci, vent’anni o mai, la percentuale più alta, il 32,7%, dei serbi crede che la Serbia non entrerà mai a farne parte. In Bosnia, il 28,1% degli intervistati la pensa così, il 25,7% nella Macedonia del Nord e un quinto, o il 20,9% in Albania.

Su questo tema, i cittadini del Montenegro e del Kosovo, rispettivamente il 52 e il 48% degli intervistati, ritiene che il proprio Paese entrerà a far parte dell’Unione europea nei prossimi cinque anni.

La ricerca è stata condotta nell’ottobre di quest’anno su un campione di almeno 1.000 intervistati di età superiore ai 18 anni in Serbia, BiH, Montenegro, Albania, Macedonia del Nord e Kosovo.

Il processo di ricerca è stato condotto attraverso conversazioni telefoniche e interviste online.

Istraživanje: U Srbiji za EU 64,1 odsto građana

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top