Il 50% degli appartamenti in Serbia è fuorilegge

Gli edifici residenziali costruiti illegalmente rappresentano il 47,24% del numero totale degli edifici.

In Serbia, oltre due milioni di edifici sono fuorilegge, il 43,42% del numero totale di strutture nel 2017, come evidenzia la Banca dati degli edifici costruiti illegalmente del Ministero delle Costruzioni, dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Secondo una Strategia recentemente implementata per lo sviluppo urbano sostenibile della Serbia fino al 2030, la categoria delle strutture registrate e classificate in Serbia è dominata dagli alloggi per vivere (47,6%) e ausiliari (35,2%), seguiti dagli spazi economici (11,92%) e aziendali (1,89%).

Gli edifici residenziali costruiti illegalmente rappresentano il 47,24% del numero totale di edifici residenziali, quindi uno su due è fuorilegge.

Un metro quadrato a Belgrado ha raggiunto il prezzo di 5.000 euro, e la domanda più frequente ultimamente sul mercato immobiliare è quando la bolla esploderà.

Gli autori della Strategia ricordano che nel periodo degli anni novanta, il processo di massiccia costruzione illegale si è intensificato.

Il problema dell’accessibilità degli appartamenti nel periodo 1990-2000, diede l’impulso alla costruzione di abitazioni individuali illegali: in periferia; nelle zone urbane edificate con un ampiamento volumetrico massiccio e l’aggiunta di nuovi piani; con la costruzione di nuove strutture su spazi pubblici già finiti nelle zone urbane; con l’usurpazione di terreni edificabili pubblici e aree pubbliche; con l’edificazione in corridoi già programmati per le infrastrutture; con la costruzione di insediamenti sotto le norme standard.

http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/ekonomija/aktuelno.239.html:805008-Svaki-drugi-stan-u-Srbiji-nelegalno-izgradjen

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top