Il 40% delle aziende tedesche in Serbia aumenterà i propri investimenti

Il 40% delle aziende tedesche in Serbia prevede di aumentare i propri investimenti, ovvero il 6% in più rispetto al 2023, secondo i risultati della ricerca presentata dalla Camera di commercio tedesco-serba (AHK).

Il 6% delle aziende è insoddisfatto degli sviluppi attuali, lo stesso che nel 2023, e le aspettative complessive per il prossimo periodo sono diminuite, ma non sono negative.

Il 22% dei membri della Camera ha annunciato una diminuzione degli investimenti, pari al 9% in più rispetto allo scorso anno.

Tra le aziende intervistate, il 39% ritiene di avere buone condizioni operative in Serbia, il che rappresenta un calo rispetto al 2022, quando lo affermava il 52%.

“I risultati del sondaggio mostrano che la Serbia offre ancora condizioni interessanti per gli investimenti, ma in base alle attuali circostanze economiche e alle sfide globali, le priorità di molte aziende si stanno spostando”, ha dichiarato il membro esecutivo del Consiglio di amministrazione dell’AHK Serbia, Alexander Marcus.

Secondo l’AHK, nel 2023 il commercio tra la Serbia e la Germania è aumentato del 13%, raggiungendo il record di 9 miliardi di euro.

In Serbia operano più di 900 aziende con capitale tedesco, che finora hanno creato circa 90.000 nuovi posti di lavoro.

Quest’anno, circa il 37% delle aziende prevede di assumere nuovi dipendenti, il 7% in meno rispetto al 2023, mentre il 52% delle aziende non cambierà il numero di dipendenti.

Inoltre, circa il 10% prevede una riduzione del numero di dipendenti nelle proprie aziende, con un aumento del 7% rispetto al 2023.

(Nova Ekonomija, 23.05.2024)

https://novaekonomija.rs/vesti-iz-zemlje/nemacko-srpska-privredna-komora-oko-40-odsto-kompanija-planira-uvecanje-investicija-u-srbiji

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top