Il 10% dei depositi mondiali di litio si trova in Serbia

La Serbia giace sul “nuovo oro”. La domanda di litio è in costante crescita, soprattutto perché le case automobilistiche producono veicoli elettrici alimentati da batterie agli ioni di litio. Ed è per questo che la California vuole che la sua “Imperial Valley” diventi la “Lithium Valley”.

I Paesi attualmente leader nello sfruttamento del litio sono Australia, Cile, Argentina, Cina, Zimbabwe, Portogallo e Brasile, e le maggiori riserve di litio in Europa, secondo stime precedenti, si trovano in Serbia. Quindi, questo metallo alcalino potrebbe facilmente diventare il “petrolio serbo”, poiché il 10% delle sue riserve mondiali si troverebbero nel suo territorio.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Al momento il litio è una delle materie prime più ricercate al mondo. Alcuni lo chiamano “l’oro del 21° secolo”, principalmente a causa della sua crescita di utilizzo nell’industria elettrica, anche se è un metallo il cui sfruttamento è molto complicato, scrive “Blic”.

I telefoni cellulari e le auto elettriche funzionano con batterie al litio e, poiché giganti come “Tesla, Google e Apple” stanno pianificando investimenti significativi nel settore dei veicoli elettrici, ciò potrebbe portare a un’ulteriore crescita della domanda. “Bloomberg” ha recentemente stimato che entro il 2030 il consumo di batterie al litio aumenterà di otto volte.

Vicino a Loznica si trova uno dei più grandi giacimenti mondiali di jadarite, da cui si estrae il litio, e le riserve di minerale nella Serbia occidentale sono di circa 136 milioni di tonnellate. La riserva di materie prime è stata scoperta nel 2004, e nello stesso luogo, oltre al litio, ci sono anche grandi quantità di boro.

Gli esperti affermano che il deposito del minerale di jadarite si trova in altre 20 località in tutta la Serbia, che si estendono fino a Zajecar, e che i risultati della ricerca iniziale sono ancora più impressionanti in quei luoghi. La Serbia avrebbe il 10% del litio mondiale, e questa è un’enorme ricchezza e un grande potenziale che non è stato ancora utilizzato.

Il governo ha affermato in diverse occasioni che la Serbia si aspetta molto dai giacimenti di litio. È stato anche visto che l’estrazione del litio è complicata e si è deciso di non esportarlo liberamente.

A marzo, il governo della Serbia ha stabilito un Piano territoriale dell’area per lo sfruttamento e la lavorazione dei minerali di jadarite – “Jadar”. Questo documento è alla base della pianificazione per lo sviluppo della miniera, dell’impianto industriale e delle infrastrutture necessarie, nonché per la protezione, l’uso e la sistemazione dell’area di destinazione speciale “Jadar”.

L’area del Piano è di 293,9 chilometri quadrati sul territorio di Loznica e Krupanj, e lo stesso giacimento di jadarite si trova nella valle del fiume su un terreno agricolo. Il minerale si trova a una profondità compresa tra 100 e 720 metri.

Secondo questo documento, la zona delle attività minerarie coprirebbe 854,8 ettari, la zona delle attività produttive e industriali un’area di 646,5 ettari, mentre una zona di 358,5 ettari sarebbe utilizzata per lo smaltimento dei rifiuti industriali, la costruzione di strade di accesso e infrastrutture di supporto.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2020&mm=12&dd=02&nav_id=1774030

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top