I trasporti in nero danneggiano la Serbia per 100 milioni di euro l’anno

“Solo per il nero nel settore dei trasporti la Serbia perde 100 milioni di euro ogni anno, una cifra  molto grande; la lotta contro l’economia sommersa in questo settore è molto importante anche per garantire una maggior sicurezza del transporto della merce”, ha dichiarato la ministra delle costruzioni, trasporti e infrastrutture Zorana Mihajlovic. 

La lotta contro l’economia sommersa è importante anche per la creazione di un contesto d’affari più regolare, ha aggiunto la ministra.

Secondo la Mihajlovic il problema in questo settore proviene dal fatto che la maggior parte dei trasportatori non è registrata oppure rendono i servizi di trasporto come persone fisiche.“Il nostro obiettivo è provare a legalizzare tutti questi servizi di trasporto che vengono eseguiti illegalmente. Il risultato sarà più soldi nel bilancio statale, nonchè il miglioramento di tutte le aziende di trasporto che operano in accordo alla legge, visto che ora anche esse soffrono perdite per questa situazione. Questo sistema deve impedire l’esistenza della concorrenza sleale”, ha indicato la ministra.

Il ministero delle costruzioni, trasporti e infrastruttura aspetta che l’adozione delle misure porterà a una soluzione efficace del problema di economia sommersa nel settore dei trasporti, il che è necessarrio per la creazione di un mercato sano.

Il direttore generale dell’Associazione delle aziende di trasporto Goran Aleksic ha indicato che per l’economia sommersa la perdita dello Stato sul livello annuale è 100 milioni di euro, mentre la perdita dell’economia che opera legalmente è circa 230 milioni di euro.

(RTS, 20.07.2015.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top