I sindacalisti della FIAT minacciano di interrompere il lavoro e scioperare da gennaio

Il sindacato della fabbrica “Fiat Plastik”, che opera all’interno della società “Fiat Chrysler Automobiles Serbia”, ha annunciato oggi che organizzerà interruzioni quotidiane del lavoro e proteste dal 12 gennaio, quando dovrebbe riprendere la produzione del 2021.

I sindacati della “Plastik” affermano che il management di “Fiat Chrysler” chiede loro di accettare che il regresso venga ridotto del 50% nel contratto collettivo e di “firmare una clausola incostituzionale sulla rinuncia triennale al diritto di sciopero”.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Insistendo affinché il sindacato della “Fiat Plastik” firmi un contratto collettivo, identico a quello recentemente fatto nella “Fiat Chrysler” di Kragujevac, il management di quella società, secondo i sindacalisti, sta cercando di sospendere il regolamento del lavoro in vigore in “Plastik” da due anni.

Il sindacato della “Fiat Plastik” ha rifiutato di firmare un contratto collettivo con la direzione di Fiat Chrysler tre anni fa, dopo di che la direzione dell’azienda ha approvato un regolamento.

Il sindacato sostiene che il management di Fiat Chrysler li sta ricattando, cioè li minaccia che se non firmano il contratto collettivo offerto, i dipendenti della “Plastik” saranno lasciati senza bonus quest’anno, che l’indennizzo per il pasto caldo sarà abolito dall’inizio del prossimo anno. e che il regresso sarà comunque dimezzato.

Il sindacato afferma di non accettare la riduzione del ricorso del 50% e di non rinunciare al diritto di sciopero, ovvero di non accettare a tutti i costi il ​​contratto collettivo con tali clausole.

Anzi, all’inizio del prossimo anno si prevede di iniziare con sospensioni dei lavori e proteste, se il management della “Fiat Chrysler” continuerà a insistere sulle sue richieste. La produzione di quest’anno della “Fiat Chrysler” di Kragujevac è terminata dopo il primo turno di lavoro di ieri.

Secondo le stime, a Kragujevac sono state prodotte circa 20.000 auto finite quest’anno, due volte in meno rispetto allo scorso anno e molto meno rispetto all’estate del 2012, quando è iniziata la produzione del modello “500L”.

L’inizio della produzione per il prossimo anno è previsto per il 12 gennaio.

https://www.danas.rs/ekonomija/kragujevac-sindikalci-prete-obustavom-rada-i-protestima/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top