I russi rimuovono mine ed esplosivi sul tracciato del South Stream

Il Ministero per le Situazioni di Emergenza e la Protezione Civile della Russia continuerà a portare avanti i programmi di sminamento in Serbia, ha detto in una conferenza stampa il ministro del sopradetto ministero Vladimir Puchkov. Lui ha sottolineato che il Governo russo ha adottato tutte le decisioni necessarie relative a questo programma e che ha individuato i fondi adeguati, cita l’Agenzia di stampa russa Tass .

“Nei prossimi giorni un gruppo di esperti verrà in Serbia per iniziare una nouva missione di sminamento non appena lo consentiranno le condizioni atmosferiche”, ha detto Puchkov.

Alla domanda dei giornalisti se le mine verranno rimosse anche nelle vicinanze di Paracin dove dovrebbe passare il percorso principale del flusso del gas South Stream, il ministro Puchkov ha detto che gli esperti assumeranno l’incarico all’interno dell’area attraverso la quale era previsto di passare il flusso del gasdotto South Stream.

In riferimento a tale progetto, il ministro russo ha ricordato che la Russia è stata costretta ad annullare il gasdotto  South Stream per l’atteggiamento verso di esso da parte dell’UE.“Siamo pronti a fornire aiuto e assistenza agli sforzi per eliminare le mine nelle località dove è necessario realizzarlo, grazie alla stretta collaborazione con il Governo serbo. Se un giorno fosse adottata la decisione sul proseguimento del percorso di South Stream, non ci dovrebbe essere alcun problema relativo alla rimozione delle mine e degli esplosivi”, ha detto il ministro Puchkov.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top