I partecipanti alla protesta chiedono le dimissioni del ministro degli Interni Nebojsa Stefanovic

Gli organizzatori della protesta “Uno dei cinque milioni”, sabto 29 dicembre, davanti al plateau della Facoltà di Filosofia a Belgrado e davanti a diverse migliaia di persone, hanno richiesto la dimissione del ministro degli Interni della Serbia, Nebojsa Stefanovic.

“Invece di contare quanti siamo venuti alla protesta farebbe meglio a contare il numero di omicidi irrisolti e che iniziasse a fare il suo lavoro”, ha detto l’attore e uno degli organizzatori della protesta, Branislav Trifunovic, chiedendo le dimissioni di Stefanovic – riferisce Beta.

Egli ha ripetuto le altre richieste sollevate nel corso delle ultime tre proteste – che RTS almeno cinque minuti dedichi alle proteste e che su questo canale televisivo ci sia spazio per l’opposizione, trovare i responsabili dell’assassinio del presidente dell’Iniziativa SDP, Oliver Ivanovic, e trovare chi ha ordinato l’attacco al leader della sinistra serba e ai suoi attivisti a Krusevac.

Trifunovic ha detto che le proteste sono civili e che è  stato Vucic ad invitarlii a protestare con il suo comportamento e con le sue azioni. Ha anche detto che sostengono le proteste a Banja Luka “Giustizia per David”.

Il presidente della comunità locale Rakita, Stojanov Desimir, ha invitato Vucic ad abolire la legge che consente la costruzione di mini centrali idroelettriche che sono dannose per l’ecosistema.

“Noi a Rakiti difendiamo i nostri fiumi e per questo riceviamo le botte”, ha detto Stojanov e ha ringraziato per l’opportunità di parlare e dire cosa pensa alla protesta a Belgrado”.

Dopo i discorsi, diverse migliaia di persone hanno intrapreso una marcia di protesta lungo la via Vasina, attraverso la via Makedonska, Svetogorska, Takovska, Kralja Milana fino alla Piazza Slavija.

A capo della marcia c’è un grande striscione con su scritto “Uno su cinque milioni” e la bandiera della Serbia.

Le proteste sono iniziate dopo l’attacco al leader della sinistra serba, Borko Stefanovic e ai suoi attivisti a Krusevac. La protesta di sabato 29 è stata la quarta protesta consecutiva dall’8 dicembre.

http://www.politika.rs/sr/clanak/419291/Ucesnici-protesta-traze-ostavku-ministra-policije-Nebojse-Stefanovica?fbclid=IwAR15jqZiVDst5KxsQHzKcr7aCv_T-4fmkbSsUzDE2W5guUfY1uF36YE-aUk

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top