I ministri del Governo e i loro falsi diplomi universitari

Presumibilmente, una buona reputazione è molto importante per il primo ministro Ana Brnabić quando si tratta di nominare i funzionari del Governo. Tuttavia, né la prima ministra né il suo capo di gabinetto si preoccupano del fatto che almeno due ministri con diplomi universitari poco chiari fanno parte del loro gabinetto.

Siniša Mali

Tutto è iniziato con il ministro Siniša Mali e il suo dottorato. Un gruppo di 330 accademici e professori universitari ha presentato al rettorato dell’Università di Belgrado una richiesta affinché l’allora sindaco di Belgrado non ricevesse il titolo di dottore in scienze a causa del plagio. Il caso si è trascinato per anni, fino a quando Ivanka Popović è stata nominata direttrice dell’Università di Belgrado, e quando gli studenti del movimento 1u5 Miliona (1 di 5 milioni) hanno iniziato a protestare davanti al palazzo del rettorato chiedendo l’annullamento della tesi di Mali. 

Prima Siniša Mali affermava che le accuse di plagio erano una bugia palese, e poi ha postato sul suo profilo Instagram tutti i diplomi e i riconoscimenti ottenuti in Serbia e all’estero.

Contrariamente a tutte le aspettative, il dottorato di Siniša Mali è stato annullato, perché a pagina 51 ha letteralmente copiato il lavoro di altre persone, senza citare la fonte, cosa che l’Università ha valutato come comportamento non accademico e ha dichiarato non valida la sua tesi di dottorato. Sono stati la prima ministra e il presidente serbo a difendere Mali, con Vučić che ha addirittura detto che un ministro del Governo non deve avere un dottorato, nemmeno una laurea o diploma universitario.

Tuttavia, il Tribunale amministrativo di Belgrado ha annullato la recente decisione del Comitato di etica professionale dell’Università di Belgrado, che prima ha annullato il dottorato di ricerca del ministro delle Finanze, Siniša Mali. Il caso è stato restituito all’autorità di linea per un riesame.

Stefanović e un’università “scomparsa”

In qualche modo, in coincidenza con la vicenda di Mali, l’allora ministro degli interi Nebojša Stefanović ha dovuto affrontare un problema simile, cioè le affermazioni che il suo diploma universitario era falso.

Cioè, i membri dell’Alleanza per la Serbia hanno accusato il ministro Stefanović di falsificazione, perché alla facoltà privata di Belgrado chiamata Megatrend hanno falsificato il diploma che ha ottenuto da una scuola britannica che non esiste.

Il Ministero dell’educazione ha respinto la richiesta di esaminare il diploma di Stefanović, e proprio quando il caso stava per essere un altro insabbiamento, il proprietario della Megatrend University, Mića Jovanović, ha rilasciato una dichiarazione pubblica. Nel tentativo di riparare la reputazione della sua università, Jovanović ha mostrato all’agenzia di stampa Tanjug il dossier dello studente Nebojša Stefanović. In breve, secondo Jovanović, Stefanović era presente alle lezioni e faceva  gli esami al Centro Sava.

Tuttavia, dopo un ulteriore esame, è stato rivelato che la presunta filiale di Megatrend a Londra, che ha rilasciato il diploma a Stefanović, non è mai esistita. I giornalisti di N1 hanno scoperto che non c’erano prove di tale scuola all’indirizzo registrato a Londra. A peggiorare le cose, i professori britannici, i cui nomi erano sulla lista dei docenti forniti da Jovanović, hanno negato fortemente qualsiasi collegamento con la Megatrend University.

Tutti hanno un dottorato

Il diploma universitario e il dottorato del nuovo membro del SNS, Aleksandar Šapić, sono stati discussi pubblicamente per molto tempo.

Il gran parte della tesi di Šapić è una traduzione diretta delle parti del libro “Selling and Sales Management”, scritto da David Jobber e Geoffrey Lancaster. Alcuni paragrafi del libro possono essere trovati online. Šapić ha presumibilmente ricevuto la sua laurea presso l’Union College, gestito privatamente.

Nel 2016 CINS ha riferito  che anche l’attuale governatore della Banca Nazionale della Serbia, Jorgovanka Tabaković, ha usato il materiale di qualcun altro senza citare correttamente la fonte.

Un membro del Partito Democratico (DS), Balša Božović, ha anche attività fraudolente riguardanti un dottorato di un membro del Partito progressivo serbo e del Parlamento Nazionale, Aleksandar Martinović. Nel periodo dal 2005 al 2009, ha pubblicato sei volte lo stesso lavoro scientifico, solo con un titolo diverso, e così ha ottenuto il diritto di diventare dottore in scienze.

(Nova.rs, 03.08.2021)

https://nova.rs/vesti/politika/ministri-i-lazne-diplome-vecna-sramota-vlade-ane-brnabic/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top