I liberi professionisti serbi decimi al mondo per entrate

Secondo la piattaforma di trasferimento di denaro “Payoneer”, la Serbia è al decimo posto al mondo per entrate provenienti da liberi professionisti. Il Paese ha registrato una crescita del 19% rispetto al 2018, quando, secondo un sondaggio dell’Università di Oxford, si era classificato all’undicesimo posto nella quota di mercato complessiva dei lavoratori autonomi.

I lavoratori freelance sono professionisti giovani e altamente istruiti, che lavorano principalmente online per aziende straniere nel campo dell’informatica, dei servizi di traduzione, del design e del marketing digitale. Optano per un impegno a distanza a causa di orari di lavoro flessibili e della possibilità di lavorare da casa.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“I freelance hanno una sorta di libertà nel loro lavoro, nel senso che decidono da soli quando lavoreranno, cosa faranno, quali lavori accetteranno”, ha affermato Relja Damjanovic, sviluppatore freelance.

Secondo l’ultimo sondaggio, gli Stati Uniti hanno fatto il salto più grande l’anno scorso, con la quota dei liberi professionisti in crescita del 78%, e la Serbia posizionata nella top 10.

“Le piattaforme hanno svolto un ruolo estremamente importante nel caso della Serbia, in quanto offrono posti di lavoro a giovani che sono troppo qualificati o che hanno tali conoscenze che vanno oltre le richieste dall’economia serba, che al momento è ancora a livello rudimentale quando parliamo di trasformazione digitale e costruzione di un’economia basata sulla conoscenza”, afferma Tanja Jakobi del “Centar za istraživanje javnih politika”.

I rischi di questo tipo di lavoro comprendono l’insicurezza nel lavoro e i guadagni. I risultati mostrano anche che quasi i due terzi dei freelance in Serbia sono invisibili al sistema fiscale. Il resto invece paga le tasse.

I benefici di chi riceve denaro dall’estero non cambieranno neanche dopo il 1° giugno, quando, secondo la legge sulla prevenzione del riciclaggio e del finanziamento al terrorismo, verrà aperto un registro degli utenti delle rimesse e verrà rifiutata ogni transazione transfrontaliera.

Il registro delle rimesse includerà solo le transazioni effettuate al di fuori del conto bancario, ovvero in contanti tramite servizi come “Western Union, Moneygram o RIA”. Questo trasferimento di denaro, secondo la Banca nazionale, nella maggior parte dei casi non si riferisce a questioni di affari, ma a trasferimenti personali per altri motivi.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2020&mm=03&dd=10&nav_id=1664728

Photo credits: “Depositphotos, vinnstock”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top