I lavori stagionali gonfiano i dati sull’occupazione

Il numero di dipendenti in Serbia è aumentato di 44.422 persone rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma l’aumento dell’occupazione del 2,3% può essere principalmente attribuito al coinvolgimento nel conteggio dei lavoratori stagionali.

La crescita dell’occupazione si registra nell’industria manifatturiera, nell’edilizia, nel commercio all’ingrosso e al dettaglio e nella riparazione di autoveicoli, scrive “Politika”.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Dragoljub Rajić, (Mreža za poslovnu podršku), ritiene che i problemi legati al mantenimento del tasso di occupazione stiano per arrivare, soprattutto con la scadenza degli aiuti di Stato nel settore formale che provocherà un calo dell’occupazione nella produzione.

“Non appena finiranno gli aiuti, la realtà sarà chiara. Un calo maggiore dell’occupazione reale avverrà nei primi mesi del 2021, tradizionalmente negativi per il posizionamento di prodotti e servizi”, afferma Rajic per “Politika”.

“All’aumento dell’occupazione nel terzo trimestre hanno contribuito i lavori stagionali estivi nella ristorazione e nel turismo, che hanno migliorato solo brevemente il quadro dell’occupazione. La realtà però è completamente diversa, aggiunge Rajić, perché la maggior parte degli hotel di Belgrado ha annunciato la chiusura per eccessivi costi di manutenzione e circa 5.000 posti di lavoro sono già andati persi.
Quest’anno anche l’industria automobilistica sta registrando una riduzione dell’occupazione”, sottolinea.

Ranka Savić, presidente dell’Associazione dei sindacati indipendenti, afferma per “Politika” che nella situazione attuale è economicamente impossibile parlare di aumento dell’occupazione, soprattutto quando si sa che centinaia di migliaia di persone hanno perso i loro redditi fissi.

“I dipendenti del turismo, della ristorazione, del trasporto aereo e del trasporto su strada sono rimasti senza lavoro. L’industria dell’intrattenimento si è completamente fermata e 26.000 persone hanno perso il proprio reddito. Tutto ciò porta alla conclusione che la storia della crescita dell’occupazione non è realistica”, conclude la Savic.

https://www.021.rs/story/Info/Biznis-i-ekonomija/257566/Prica-o-rastu-zaposlenosti-nerealna-sezonski-poslovi-stvaraju-laznu-sliku.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... industria automobilistica, lavori stagionali, Mreza za poslovnu podrsku, occupazione
Arriva in primavera a Nis la cinese “Xingyu”; lavoro per oltre 1000 persone

Nei prossimi mesi prevista l’apertura di 4 fabbriche; 4000 nuovi posti di lavoro

Chiudi