I lavoratori della “Geox” verranno assunti dalla turca “Teklas”

Il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, ha dichiarato di essersi accordato con la società “Teklas” di Vladičin Han per avviare dei colloqui a riguardo di nuovi futuri lavoratori a Vranje. Vučić ha affermato che da 250 a 300 persone saranno impiegate nell’azienda “Teklas” tra due o tre settimane e che il piano è di impiegarne altri 500-600 entro marzo.

All’inizio di settembre il Presidente andrà a Vranje per parlare con gli investitori nazionali a riguardo di sussidi “significativi” nel caso vogliano assumere ex lavoratori “Geox”. “Andrò a Vranje all’inizio di settembre per parlare di quante persone troveranno un lavoro se diamo sussidi più significativi rispetto agli stranieri”, ha detto Vucic.

Vučić ha annunciato anche maggiori sussidi per altri investitori nazionali che amplieranno la produzione e assumeranno nuovi lavoratori. Quando è stato chiesto dai giornalisti cosa ha guadagnato e cosa ha perso lo Stato serbo con l’arrivo della “Geox” e come lo Stato ha protetto quell’investimento, Vučić ha detto che l’investitore ha rispettato tutto ciò che era stato stipulato nel contratto.

Lo stesso ha affermato che non rinuncerà alla politica di sovvenzione agli investitori, “perché questa è l’unica politica possibile: fabbriche, fabbriche, fabbriche, industrializzazione e non deindustrializzazione del Paese”.

Ha anche affermato di non sapere di altri investitori nel sud della Serbia che si vorrebbero ritirare, come ha fatto la “Geox”. Rispondendo alla domanda se è a conoscenza del caso “Graner” ad Aleksinac, dove più di un centinaio di lavoratori sono in ferie retribuite, e se lì sta accadendo una situazione simile a quella di Geox, nonché se ci sono altre fabbriche nel sud della Serbia che hanno annunciato il ritiro, Vucic ha detto di non aver ricevuto alcuna informazione in merito.

“Non ho ricevuto alcuna informazione, non abbiamo tali informazioni per nessun altro qui, e dovete capire che il lavoro è una categoria vivente”, ha detto Vucic, aggiungendo che è meglio dare sussidi alle fabbriche piuttosto che “gettarli in un pozzo”.

Vučić: Kompanija Teklas preuzima radnike Geoksa

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top