I lavoratori dei Paesi dei Balcani Aperti possono ora utilizzare un’unica piattaforma online

Il 1° marzo è diventato operativo un mercato del lavoro unico per i Paesi dei Balcani Aperti – Serbia, Albania e Macedonia settentrionale – e i servizi elettronici sono disponibili per i cittadini di questi Paesi sul sito web di eGovernment – eid.gov.rs.

D’ora in poi potranno accedere al servizio Open Balkans Identification Number sul sito web dell’eGovernment, che in precedenza era disponibile solo per i cittadini serbi. Anche i cittadini dell’Albania e della Macedonia settentrionale possono ora utilizzare il libero accesso al mercato del lavoro, a condizione che si siano registrati nei rispettivi siti web di e-government e che abbiano ricevuto il numero di identificazione Open Balkan.

Le parti interessate, come i lavoratori che vogliono lavorare in uno dei Paesi dei Balcani Aperti, possono accedere al sito web dell’e-government del Paese in cui intendono lavorare e presentare una richiesta di libero accesso al mercato del lavoro di quel Paese. Il Paese di destinazione prende una decisione definitiva dopo aver effettuato un controllo, entro 30 giorni dalla data di presentazione della richiesta. Dopo aver ricevuto l’approvazione, l’interessato può iniziare a lavorare in un Paese designato, alle stesse condizioni di un cittadino locale del Paese, per un massimo di due anni, e dopo la scadenza di questo periodo può prolungare il suo impegno lavorativo.

Per maggiori informazioni su questo servizio, contattare openbalkan@gov.rs.

(Politika, 05.03.2024)

https://www.politika.rs/sr/clanak/602649/Na-Portalu-eUprava-od-danas-dostupne-elektronske-usluge-za-gradane-u-okviru-regionalne-inicijative-Otvoreni-Balkan

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top