I grandi marchi ci vendono lo scarto

sukob-sa-prodavcem-je-cesto-jedini-nacin-da-se-potrosac-zastiti-slika-21899

Il cioccolato importato che si vende in Serbia ha meno cacao del cioccolato dello stesso brand che si vende nell’Europa occidentale, scrive il quotidiano Blic.
I preparati per il brodo fatti per il mercato serbo contengono piu’ sale e meno verdure ed il detersivo dello stesso brand lava peggio in Serbia che nell’UE, e nelle famose bibite gassate al posto dello zucchero mettono un sostituito di scarsa qualita’. Dall’altra parte questi prodotti vengono promossi nello stesso modo sia da noi che nei paesi dove la loro qualita’ e’ piu’ elevata. Molti prodotti che si possono comprare nel nostro mercato non si possono paragonare con i prodotti dello stesso marchio che abbiamo comprato all’estero per cui e’ ovvio che la merce che viene prodotta per il mercato occidentale e’ diversa da quella prodotta per il mercato dei paesi dell’Europa orientale. La merce di solito arriva dalla Romania, dalla Bulgaria, dall’Ungheria, dalla Polonia, dove le grandi aziende mondiali hanno la produzione sviluppata dedicata per la popolazione di questa parte d’Europa.
Gli economisti spiegano che e’ del tutto legittimo ed economicamente giustificato che lo stesso produttore per i mercati diversi crea la qualita’ diversa finche’ sulla dichiarazione del prodotto vengono elencati tutti gli ingredienti nelle quantita’ giuste e finche’ la qualita’ sia adeguata ai regolamenti serbi che non sono molto esigenti. “Il problema e’ che i cittadini pensano che stiano comprando il prodotto dell’alta qualita’ del brand conosciuto e che per questa qualita’ sono disposti a pagare di piu’. Il fatto e’ che oggi il prezzo non garantisce la qualita’. Il nostro Stato non solo che non aiuta le associazione dei consumatori a fare i test sugli stessi marchi in Serbia e nei paesi sviluppati, ma le sta impendendo di farlo”, spiega Petar Bogsavljevic dal Movimento dei consumatori.
(Blic, 30.05.2013)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top