I giovani in Serbia non hanno né un lavoro né dove vivere e vogliono andarsene quanto prima

Quasi due terzi dei giovani affermano che stanno pianificando di lasciare il Paese e sono per lo più disinteressati agli eventi politici; un giovane su tre non va a votare (a volte vota solo il 27% di loro), non si fida dei politici e non vede alcuna istituzione o individuo in cui riporre la propria fiducia; sono i risultai di un sondaggio dell’Organizzazione giovanile della Serbia (KOMS).

Lo studio “Rapporto alternativo sulla posizione e le esigenze della gioventù nella Repubblica di Serbia”, condotto su un campione rappresentativo di 1.238 giovani, che ha coinvolto il 51% delle donne e il 49% degli uomini, sia delle comunità più piccole che delle principali città, ha prodotto risultati preoccupanti per quanto riguarda il futuro dei giovani in questo Paese: non sono coinvolti e non cercano opportunità nella politica del Paese, la stragrande maggioranza ha un problema abitativo, ben il 61% non ha un lavoro che corrisponde al suo percorso scolastico e vede la fuga verso i Paesi dell’Europa occidentale come una buona opportunità.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Il sondaggio mostra che meno del 6% dei giovani vive nel proprio appartamento e che la stragrande maggioranza, il 66%, vive in una casa di famiglia e il 17,4% in una casa in affitto. Questo fatto ritarda la creazione di un ambiente in cui i giovani diventeranno in seguito indipendenti e cresceranno, creeranno famiglie, sostengono gli autori della ricerca. Questo fatto porta i giovani a lasciare il Paese ed è sicuramente uno dei maggiori problemi che la Serbia come società deve affrontare.

Guadagni e indipendenza

Poco più del 10% dei giovani ha stipendi superiori alla media in Serbia, il 24,5% ha guadagni inferiori alla media e ben il 65,3% non guadagna affatto. Va sottolineato che sebbene una grande percentuale di giovani sia ancora in fase di istruzione scolastica (scuole superiori e università), i dati ottenuti sono comunque preoccupanti. I salari bassi o l’assenza di guadagno influiscono sulla tarda indipendenza dei giovani dai loro genitori, cosa che influisce direttamente sulla qualità della vita dei ragazzi serbi.

Per trovare un lavoro servono le tessere dei partiti politici e le conoscenze personali, e non una laurea o altro, e i giovani ne sono consapevoli. Loro stessi sono consapevoli che non sarà facile passare dalla facoltà al mondo del lavoro, anzi forse sarà più facile incollare dei manifesti per strada.

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/veliko-istrazivanje-o-mladima-u-srbiji-1-nema-posao-ni-stan-ako-zaraduje-ispod/z3s7e8y

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in fuga, giovani, istituzioni, KOMS, lavoro, politica
hotel
A Belgrado mancano gli hotel per i giovani

La maggior parte dei cittadini serbi sono apolitici o antipolitici

Close