I debiti di Tito, un “cappio al collo” per la Serbia fino al 2041

I cittadini della Serbia pagheranno i debiti di Tito per altri 20 anni. Le ultime rate dei prestiti che la Serbia ha preso come Repubblica negli anni Settanta e Ottanta finiscono nel 2041, e la somma totale è di circa un miliardo e mezzo di euro.

I debiti lunghi tre e quattro decenni saranno un “cappio al collo” per gli anni a venire, scrive “Blic”. Saranno ripagati solo quando i giovani di oggi avranno raggiunto la cinquantina, e ben 60 anni dopo che gli stessi prestiti furono presi, dai tempi di Josip Broz Tito.

Entro la fine dell’anno, la Serbia dovrà pagare esattamente 241,8 milioni di euro per prestiti presi durante il periodo dell’ex Jugoslavia. Ripagherà i debiti al Club di Parigi, alla Banca Mondiale, ma anche al Kuwait; le ultime rate scadono tra 20 anni. Come confermato dalla Banca nazionale serba, per il Club dei creditori di Parigi, a cui il Paese deve 741 milioni di euro, l’ultima rata è nel 2041.

* Club dei Creditori di Parigi – 740,94 milioni di euro (l’ultima rata del debito scade nel 2041)
* Banca Mondiale – Prestito A – 187,44 milioni di euro (l’ultima rata del debito scade nel 2031)
* Banca Mondiale – Prestito B – 356,19 milioni di euro (ultima rata del debito scade nel 2031)
* Governo del Kuwait (riprogrammazione) – 213,42 milioni di euro (l’ultima rata del debito scade nel 2034).

Durante gli anni ’70 e ’80, la Serbia ha preso in prestito un totale di 8,8 miliardi di euro, 3,8 miliardi di dollari dal Club di Parigi, 2,2 miliardi dal Club di Londra…In quegli anni i prestiti servivano principalmente per i consumi e l’innalzamento degli standard, di stipendi e pensioni… Intorno al 1978, la Serbia era minimamente indebitata. Fino ad allora, molti soldi delle rimesse si riversavano nel Paese. Nel tempo, tuttavia, tali redditi sono diminuiti, ma le abitudini di consumo sono rimaste le stesse. A quel tempo, sono iniziati i prestiti e i tassi di interesse sono saliti al 7% all’anno.

Quest’anno la Serbia darà di più al Club di Parigi, da cui come Repubblica quattro decenni fa prese in prestito un totale di quattro miliardi di euro. Al secondo posto alla Banca Mondiale, e alla filiale della “BIRS”. Già alla fine della settimana poi il Paese dovrà pagare un obbligo verso il governo del Kuwait di quasi 10 milioni di euro.

https://www.novosti.rs/vesti/ekonomija/1077197/titove-dugove-vracacemo-2041-godine-cak-milijardu-evra-nam-tek-dolazi-naplatu

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top