I datori di lavoro chiedono una riduzione dell’1% dell’imposta sui salari

Il direttore dell’Associazione serba dei datori di lavoro, Srdjan Drobnjakovic, ha affermato che i datori di lavoro riuniti sotto l’Associazione chiederanno, al governo della Serbia, una riduzione dell’imposta sui salari e dei contributi dell’1% a ottobre, durante la preparazione del nuovo bilancio statale.

Drobnjakovic ha dichiarato che avrebbero chiesto la riduzione dell’imposta sui salari indipendentemente dal fatto che la richiesta di aumentare il segmento di stipendio non tassabile da 16.000 dinari a 19.000 dinari sia stata accettata durante i negoziati sul salario minimo per il 2021.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Lo stesso ha aggiunto che le aziende vogliono che le tariffe siano ridotte non per aumentare i loro profitti, ma per poter pagare gli stipendi ai propri dipendenti e non dover ricorrere a pratiche di economia sommersa.

“Le aziende sono pesantemente gravate, perché, oltre a vari obblighi fiscali, pagano anche quasi 500 tasse parafiscali”.

Secondo lui, i datori di lavoro chiedono da diversi anni la riduzione delle tariffe parafiscali, ma nonostante le promesse del Ministro delle finanze di ridurle, il numero è passato da 350 a circa 500.

L’onere per le imprese sarebbe ridotto di circa 11 miliardi di dinari se la parte non tassabile dello stipendio aumentasse da 16.000 a 19.000 dinari.

Drobnjakovic ha proseguito affermando che il 50% delle società paga ancora le tasse regolarmente, indipendentemente dal fatto che il governo della Serbia abbia consentito di rinviare di diversi mesi durante la pandemia il pagamento di salari, utili e imposte sul reddito netto e che tali imposte possano essere pagate in 24 rate a partire da gennaio 2021.

“I datori di lavoro temono che i loro obblighi finanziari si accumulino nel prossimo anno e che non saranno in grado di adempierli, quindi stanno cercando di pagarli”, ha detto Drobnjakovic e ha aggiunto: “Credo che sia giunto il momento riformare il sistema fiscale e introdurre una tassazione progressiva basata sul grado”.

Poslodavci traže smanjenje poreza na zarade za 1%

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in datori di lavoro, imposta sui salari, profitti
Le proposte del governo sull’uso dei giorni di ferie durante la pandemia

Vesic: In futuro i datori di lavoro dovranno dimostrare di aver pagato il trasporto ai propri dipendenti

Close