I cittadini serbi possiedono legalmente quasi un milione di armi

Secondo il Ministero degli Interni, i cittadini serbi possiedono legalmente quasi un milione di armi. La maggior parte sono armi da caccia, sportive e per la sicurezza personale, ma lo Stato ha un grosso problema con le armi illegali che sono un’eredità delle guerre degli anni ’90, scrive “Politika”.

Il possesso di armi automatiche come “Kalashnikov”, pistole mitragliatrici “Heckler”, nonché di dispositivi esplosivi (bombe a mano) è un crimine penale.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Tre anni fa in Serbia furono sequestrate 18.000 armi illegali, confiscate agli autori dei crimini o consegnate direttamente dai cittadini stessi. Dal 2014 allo scorso anno, il Ministero degli Interni ha condotto tre processi per la legalizzazione delle armi. Inoltre, dal 1° giugno 2017, le leggi sono state rafforzate: il possesso di armi illegali è punibile da 2 a 12 anni di carcere.

Prezzi delle armi sul mercato nero

Tuttavia, esiste ancora una grande quantità di armi sul mercato nero che possono essere acquistate dai rivenditori per diverse centinaia di euro. Il fucile automatico “Kalashnikov” può essere per esempio acquistato ad un prezzo variabile dai 600 ai 1.000 euro. Il fucile d’assalto AK-47, progettato da Mikhail Kalashnikov, è una delle armi più popolari e più vendute al mondo, compresi i Balcani.

Le pistole mitragliatrici “Hacker” sono più costose dei “Kalashnikov” (il prezzo è fino a 2.000€). Queste armi automatiche sono più comunemente utilizzate dagli assassini che eliminano la vittima da un motorino (scooter) in movimento.

Pistole e revolver costano da 50 a 500 euro, a seconda delle condizioni e del produttore. Il prezzo di un dispositivo esplosivo che i criminali installano sotto l’auto della vittima varia da € 5.000 a € 10.000, riferisce “Politika” citando una fonte senza nome.

http://rs.n1info.com/Vesti/a505496/Gradjani-Srbije-legalno-poseduju-skoro-milion-komada-oruzja.html

Photo Credits: “Pixabay.com”

 

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top