I campioni olimpici della pallanuoto aspettano una piscina

La migliore squadra del mondo, i giocatori di pallanuoto della Serbia, non ha potuto prepararsi ancora una volta per questi Giochi Olimpici in Serbia, poiché non esiste una struttura adatta a loro. La posa della prima pietra per il nuovo Centro nazionale di allenamento era avvenuta nel 2016 a Vrnjacka Banja da parte dall’ex pallanuotista e attuale Ministro dello sport Vanja Udovicic. Il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, ammette di essere colpevole del fatto che i giocatori di pallanuoto non abbiano ancora la propria piscina 5 anni dopo da quella data.

Dopo il Campionato Europeo del 2016, quando i “Delfini” a Belgrado furono per l’ennesima volta campioni, le piscine si trasferirono a Vrnjačka Banja, dove doveva essere costruita la loro futura casa.

“Ho sentito storie sul Centro di allenamento per molto tempo, da molti anni, e oggi come Ministro della Gioventù e dello Sport ho l’opportunità di iniziare a lavorare veramente al progetto”, aveva affermato il Ministro Vanja Udovicic nel 2016.

Oggi però il Centro nazionale per la pallanuoto a Vrnjačka Banja sembra abbandonato. Non si sa se le piscine siano utilizzabili, ci sono erbacce dappertutto e non si è andati oltre la posa della prima pietra, riferisce “N1”, aggiungendo che tutte le scadenze promesse non sono state rispettate.

“Tutti si riempiono la bocca dopo ogni gara, soprattutto dopo ogni oro vinto; da 20 anni aspettiamo la nostra casa”, afferma l’ex giocatore Danilo Ikodinovic, il quale spiega per “N1” che le piscine progettate al chiuso sono state portate all’esterno e che ora tutto deve ricominciare da capo. Per la pallanuoto continua questo sarebbe molto importante, perché i giocatori non dovrebbero andare in un altro Paese a prepararsi.

“Gli sloveni si vantano di come hanno loro preparato i futuri campioni olimpici, e giustamente. La pallanuoto va sempre in Slovenia perché lì ci sono ottimi servizi. Potremmo avere condizioni meravigliose qui a Vrnjačka Banja. Questo Centro Nazionale potrebbe servire a tutti, in modo ricreativo a semiamatori e dilettanti, agli sport scolastici…non solo per la nazionale, e sarebbe redditizio molto più di uno stadio da calcio da 250 milioni di euro. Sono rassegnato, sono già stati spesi molti soldi, 2,5 milioni di euro”, aggiunge Ikodinović.

Le promesse si rinnovano in ogni campagna elettorale e ogni volta che il governo visita Vrnjacka Banja, ma per il momento nulla di fatto.

https://www.021.rs/story/Info/Srbija/281847/Zlatni-vaterpolisti-se-spremali-u-Sloveniji-obecani-bazeni-zarasli-u-korov-Vucic-preuzima-krivicu.html

Photo credits: “FoNet/AP”

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top