I 50 stranieri più potenti in Serbia

Il quotidiano Blic ha intervistato analisti politici, economisti, professionisti dei media e ONG per stilare la lista degli stranieri più potenti in Serbia nel 2023.

Ecco il risultato…

  1. Christopher Hill – ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Serbia

Christopher Hill, attuale ambasciatore degli Stati Uniti d’America, è un diplomatico americano di grande esperienza e un grande conoscitore della Serbia e dell’intera regione. È tornato nel nostro Paese per la terza volta nel 2022. Negli anni ’60 ha frequentato la scuola a Belgrado come figlio di un diplomatico e negli anni ’80 ha iniziato qui la sua carriera diplomatica come membro del team di Richard Holbrooke che ha portato alla firma degli accordi di Dayton. Ha svolto un ruolo importante anche durante i negoziati di Rambouillet nel 1999. Il terzo ritorno a Belgrado è avvenuto alla fine di marzo 2022, quando è stato nominato nuovo ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia, succedendo ad Anthony Godfrey.

  1. Anke Konrad – ambasciatrice tedesca in Serbia

Anke Konrad è un’esperta diplomatica e l’attuale ambasciatrice tedesca in Serbia. Ha iniziato la sua carriera nel Ministero degli Esteri tedesco nel 1993 e ha prestato servizio all’estero a Varsavia, Ginevra, Abidjan e Lusaka. L’ambasciatrice Konrad parla correntemente il russo e il polacco e sta imparando il serbo. È cresciuta nella Germania dell’Est.

  1. Kirill Vladimirovich Tyurdenev – Amministratore delegato di NIS

Tyurdenev è l’amministratore delegato della Petroleum Industry of Serbia (NIS). Ha conseguito un master in diritto internazionale presso l’Istituto statale di relazioni internazionali di Mosca (MGIMO). Dal 2000 al 2007 ha lavorato per A.T. Kearney, Unilever e McKinsey & Co. Dal 2007 al 2012 ha lavorato come vicedirettore generale per la strategia e lo sviluppo aziendale presso la SIBUR. Dal 2012 è vicepresidente esecutivo e membro del Consiglio di amministrazione di AFK Sistema. Nell’aprile 2016 ha assunto un incarico presso la NIS di Novi Sad.

  1. Emanuele Giaufret – capo della delegazione dell’UE in Serbia

Ambasciatore e capo della delegazione dell’Unione europea in Serbia. Ha assunto questo incarico dopo quattro anni di servizio come ambasciatore dell’UE in Israele. In precedenza, è stato capo del Dipartimento per la democrazia e l’osservazione delle elezioni e assistente politico del Direttore generale per il Nord Africa e il Medio Oriente presso il Servizio europeo per l’azione esterna.

  1. Emil Tedeschi – CEO del Gruppo Atlantic

Fondatore e proprietario di maggioranza del Gruppo Atlantic. Ha lavorato anche per la Commissione parlamentare nazionale per il monitoraggio dei negoziati di adesione. Ha inoltre partecipato attivamente al processo di avvicinamento della Croazia all’UE nel gennaio 2021. La sua società, Atlantic Group, possiede Soko Stark, Grand Prom e Foodland in Serbia. Nella prima metà del 2021, il Gruppo Atlantic ha registrato un fatturato di 359,7 milioni di euro, con un aumento del 9,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

  1. Jiri Marek – Amministratore delegato di Air Serbia

Jiri Marek è stato nominato amministratore delegato di Air Serbia nel gennaio 2022. Marek è entrato in Air Serbia nel luglio 2019 per guidare il dipartimento commerciale e strategico durante l’ambizioso piano di crescita della compagnia aerea per diventare il principale vettore regionale nella regione balcanica. Sotto la sua guida, l’espansione della rete e la trasformazione commerciale hanno portato a risultati da record. Prima di entrare in Air Serbia, Marek ha ricoperto una posizione dirigenziale nel dipartimento di strategia di Alitalia.

  1. Li Ming – Ambasciatore cinese in Serbia

Il nuovo ambasciatore cinese in Serbia, Li Ming, è entrato in carica a ottobre; in precedenza ha prestato servizio nelle Isole Salomone, regione strategicamente importante del Pacifico.

  1. Eduardo Bombieri – Vicepresidente del Consiglio di amministrazione di Banca Intesa

Bombieri è entrato in Banca Intesa come Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione, dopo esperienze di vertice in Bank of Alexandria e Intesa San Paolo USA. Oltre a dirigere la Divisione Gestione Finanziaria e Risk Management, le sue responsabilità comprendono la gestione della sicurezza e della continuità operativa, nonché la gestione di progetti strategici. Si è laureato in economia all’Università Cattolica di Milano e alla prestigiosa Università di Losanna (HEC).

  1. Svetoslav Atanasov – Amministratore delegato di Coca-Cola HBC per Serbia e Montenegro

Atanasov è arrivato in Serbia nel 2018 come CEO di Coca-Cola HBC Serbia e Montenegro, una delle 10 maggiori aziende del mercato nazionale e leader nel settore FMCG. Insieme al suo team, ha creato un concetto unico di consumo 24/7, ottenendo ottimi risultati commerciali con l’implementazione di importanti iniziative locali, tra cui l’acquisizione del produttore alimentare serbo Bambi nel 2019.

  1. Aleksandr Botsan Kharchenko – Ambasciatore russo in Serbia

Botsan-Kharchenko parla correntemente il serbo ed è considerato un eccellente analista e negoziatore. È stato membro delle delegazioni di Mosca in vari negoziati balcanici. Botsan-Kharchenko è stato anche un rappresentante a lungo termine della Russia nel Gruppo di contatto e, insieme a diplomatici statunitensi e dell’UE, un rappresentante nella mediazione per risolvere la questione dello status del Kosovo.

  1. Urs Schmidt – Ambasciatore di Svizzera in Serbia

Urs Schmid è un diplomatico di carriera. Prima di assumere l’attuale incarico a Belgrado, è stato ambasciatore della Svizzera presso la Repubblica del Kazakistan e la Repubblica del Tagikistan, residente a Nur-Sultan dall’agosto 2016 all’agosto 2020. In precedenza è stato rappresentante permanente della Svizzera presso la Conferenza sul disarmo e vice capo missione della Rappresentanza permanente della Svizzera presso l’Ufficio delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali a Ginevra, da settembre 2012 a luglio 2016.

  1. Dr. Ronald Zeeliger – CEO di Hemofarm Grupa

Amministratore delegato del Gruppo Hemofarm, il principale operatore dell’industria farmaceutica in Serbia e uno dei più importanti nei Balcani occidentali. Hemofarm fa parte del gruppo STADA ed è stata premiata, ad esempio, con il premio per la migliore azienda esportatrice serba, il premio per la migliore azienda CSR, il premio Superbrand e molti altri.

  1. Chen Yinghe – Amministratore delegato della Zijin Mining Serbia

Il signor Yinghe è alla guida dell’azienda che è il più grande esportatore della Serbia.  La partnership strategica dello Stato con il Gruppo Zijin Mining ha cambiato l’ambiente economico della Serbia orientale, considerando che l’azienda impiega circa 7.000 lavoratori e che i salari medi dell’azienda sono significativamente superiori alla media nazionale.

  1. Mike Michel – Amministratore delegato di Yettel Serbia

Mike Michel è l’amministratore delegato di Yettel Serbia (ex Telenor Serbia) e il presidente del Consiglio degli investitori stranieri. Ha assunto la carica di CEO della società l’8 ottobre 2018. Prima di entrare in azienda, ha ricoperto la posizione di Marketing Executive presso Banglalink, una società di telecomunicazioni del Bangladesh. Inoltre, Michel è stato direttore esecutivo del marketing di Yettel Ungheria (ex Telenor Ungheria) e vicepresidente della gestione del marchio presso il gruppo Telenor in Norvegia.

  1. Dejan Turk – Amministratore delegato di A1 Telekom Serbia

Dejan Turk è entrato a far parte del Gruppo A1 Telekom Austria nell’agosto 2004 come responsabile marketing e vendite di Si.mobil (ora A1 Slovenia). Ha ricoperto la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Si.mobil dal 2007 al 2014, quando si è trasferito a Vip mobile (ora A1 Serbia) per ricoprire la posizione di CEO.

  1. Sihai Song – Direttore esecutivo di Hesteel Serbia

Sihai Song è direttore esecutivo della ferriera di Smederevo, che opera sotto Hesteel Serbia, da quando è stata rilevata dall’investitore cinese. La capacità produttiva prevista della fabbrica è di 2,2 milioni di tonnellate di prodotti finiti all’anno. I dipendenti sono più di 5.000.

  1. Alexei Muratov – CEO di Yugorosgaz

Alexei Muratov è un direttore generale esperto con una comprovata esperienza nel settore petrolifero ed energetico, esperto in gestione, petrolio e gas, joint venture, oleodotti e private equity. Si è laureato alla Lomonosov Moscow State University (MSU), Business School.

  1. Udo Eichlinger – Amministratore delegato di Siemens Serbia

Dopo aver trascorso oltre 20 anni in posizioni dirigenziali in Serbia, Macedonia del Nord, Albania, Kosovo, Bosnia e Montenegro, il signor Eichlinger è considerato un esperto dei Balcani occidentali, in grado di mantenere l’accesso ai responsabili delle decisioni.

  1. Donal McGettingan – Capo della missione FMI in Serbia

Donal McGettigan è il capo missione della FMI in Serbia dal dicembre 2022, dopo essere stato in precedenza capo missione in Turchia. Attualmente è anche capo missione per la Slovenia. Inoltre, nel corso della sua carriera è stato profondamente coinvolto nel lavoro politico e nelle finanze del Fondo.

  1. Arnaud Guyon – Direttore della Direzione per la cooperazione con la diaspora serba

Arnaud Guyon è deputato nonché il direttore della Direzione per la cooperazione con la diaspora e i serbi nella regione. Francese di nascita, nato a Grenoble. All’età di 22 anni ha conseguito un master in ingegneria della protezione ambientale. Ha frequentato il master in scienze politiche presso la Facoltà di Scienze Politiche di Belgrado e ha ricevuto la cittadinanza serba per “chiari meriti”. 

  1. Pierre Cochard – Ambasciatore di Francia in Serbia

Ha studiato all’Institut d’Etudes Politiques (IEP) di Parigi e alla Scuola nazionale di amministrazione francese (ENA – École nationale d’administration), completando gli studi nel 1989. Prima di arrivare a Belgrado, dal gennaio 2020 al novembre 2021, ha ricoperto il ruolo di Ispettore generale degli affari esteri presso l’Ispettorato generale del MAE francese. Sposato e padre di tre figli, l’ambasciatore Cochard ha il titolo di ministro plenipotenziario di prima classe e, oltre al francese, parla inglese e persiano.

  1. Giampierro Romano – Capo dell’Ufficio di collegamento militare della NATO per la Serbia

Il Generale di Brigata Romano si è diplomato all’Accademia Militare Italiana di Modena nel 1989. Nel 1999 ha frequentato la Scuola di Guerra, l’equivalente italiano dello Staff College e nel 2003 l’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze, l’equivalente italiano del Joint Services Command and Staff College. Nel corso della sua carriera militare, il generale di brigata Romano ha prestato servizio per tre volte in Bosnia-Erzegovina nell’ambito delle operazioni della NATO e dell’UE. Ha conseguito una laurea in Scienze strategiche e tre master: Studi strategici internazionali, Studi strategici e Geopolitica dell’area mediterranea.

  1. Francois Berisot – Direttore dell’Aeroporto Nikola Tesla

François Berisot è un professionista aeroportuale altamente qualificato con oltre 20 anni di esperienza internazionale nel settore aeroportuale, che comprende la gestione delle operazioni, lo sviluppo commerciale e del mercato, il rinnovo e l’espansione delle infrastrutture, la pianificazione strategica, la finanza e la costruzione.

  1. Milorad Krstikeski – Direttore di British American Tobacco in Serbia e Montenegro

Il 1° gennaio 2019 la British American Tobacco ha nominato Krstikeski nuovo direttore per la Serbia e Montenegro. Ha una grande esperienza nell’industria del tabacco, che è di grande importanza per la continuità dell’attività della multinazionale BAT, che è anche il più grande investitore britannico in Serbia.

  1. Matteo Colangeli – Capo dell’Ufficio della BERS in Serbia

Di nazionalità italiana, Colangeli è entrato a far parte della BERS nel 2005 a Londra. Ha poi ricoperto ruoli di banchiere regionale in Ucraina e Bulgaria, soprattutto nel settore dell’energia, prima di essere nominato responsabile dell’Albania nel 2016. Colangeli ha conseguito un master presso la London School of Economics and Political Science.

  1. Dirk Gerkens – Membro del Consiglio di amministrazione di United Media

Dirk Gerkens è un professionista della televisione con oltre 25 anni di esperienza. È entrato a far parte di United Media come membro del Consiglio di Amministrazione e Direttore per la programmazione, la produzione e le vendite pubblicitarie. Gerkens è stato CEO di RTL Klub e TV2 in Ungheria.

  1. Luca Gori – Ambasciatore italiano in Serbia

Luca Gori è nato a Firenze dove si è laureato in scienze politiche all’Università di Firenze nel 1993. Ha intrapreso la carriera diplomatica nel 1995. Dopo un periodo trascorso presso la Direzione Generale Affari Politici del Ministero degli Affari Esteri italiano, nel 1999 ha iniziato il suo primo impegno all’estero presso l’Ambasciata d’Italia a Mosca. Nel 2003 è entrato a far parte della Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Unione europea a Bruxelles, dove ha seguito le relazioni tra l’UE e i Balcani occidentali.

  1. Edward Ferguson – Ambasciatore britannico in Serbia

Edward Ferguson ha assunto la carica di Ambasciatore di Sua Maestà in Serbia nel luglio 2023. Prima di arrivare a Belgrado, Edward ha ricoperto il ruolo di Ministro Consigliere per la Difesa presso l’Ambasciata britannica a Washington DC nel settembre 2018.

  1. Ricardo Vian Marques – CEO di Galenika

Nel 2020, il signor Marques è stato nominato CEO di una delle più grandi aziende farmaceutiche serbe, Galenika, dopo la vendita dell’azienda alla brasiliana NC Group, una delle più grandi società farmaceutiche dell’America Latina. Marques proviene da un background farmaceutico e vanta 15 anni di esperienza in NC Group, dove ha ricoperto diverse posizioni ed è stato responsabile di diverse aree del business aziendale.

  1. Ekaterina Egorova – Direttore generale di IKEA Sud-Est Europa

Ekaterina Egorova ha assunto la carica di Direttore Generale di IKEA Sud-Est Europa (Croazia, Romania, Serbia, Slovenia e Ucraina) il 1° settembre 2021. Ha accumulato una grande esperienza di lavoro per IKEA sin dal suo ingresso in Russia, nel 1998. Ha svolto diverse funzioni sul mercato russo, tra cui il ruolo di store manager, prima di trasferirsi nel Regno Unito e assumere la funzione di market manager per il territorio del Regno Unito settentrionale e dell’Irlanda.

L’elenco comprende anche (nell’ordine dal 31° al 50° posto) Alexander Markus, capo della Camera di Commercio serbo-tedesca, Pavel Erankevic, CEO di Carlsberg Serbia, Stefan Voros, CEO di Star Import (distributore di veicoli Mercedes-Benz), Lev Weiss, CEO di BIG CEE, Richard Kohli, Direttore dell’Ufficio di cooperazione svizzera presso l’Ambasciata svizzera in Serbia, Jozsef Magyar, Ambasciatore ungherese in Serbia, Akira Imamura, Ambasciatore giapponese in Serbia, Deyana Kostadinova, Responsabile UNICEF Serbia, Kristin Melsom, Ambasciatore norvegese in Serbia, Marko Marin, Direttore tecnico della FC Stella Rossa di Belgrado, Giovanni Guidetti, Allenatore della Nazionale serba di pallavolo femminile, Nicola Pontara, Capo dell’Ufficio della Banca Mondiale in Serbia, Francoise Jacob, Coordinatore permanente delle Nazioni Unite in Serbia, Ioannis Sfairopoulos, Allenatore della BC Stella Rossa, Park Yong Hwan, Park Yong Hwan, Amministratore delegato di Yura Corporation Serbia, Kevin Xavier Punter, Capitano del BC Partizan Belgrado, Simon Franco, Direttore esecutivo di BASF Serbia, Francesco Masci, Presidente del Consiglio direttivo di DDOR, Fabio Scano, Responsabile dell’Ufficio OMS in Serbia e Uroš Bregar, Allenatore della Nazionale serba di pallamano femminile.

(Blic, 19.02.2024)

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/lista-50-najmocnijih-stranaca-u-srbiji/h6n4n78

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top