Goran Vesic: “Per le strade di Belgrado 230 nuovi autobus”

Uno degli argomenti della sessione dell’Assemblea della città di Belgrado, sarà il riequilibrio del bilancio per fornire 35 milioni di euro necessari per l’acquisto di nuovi autobus nel traffico cittadino.

Questo è stato annunciato dal vice sindaco di Belgrado, Goran Vesic.

In una dichiarazione per Tanjug, Vesic ha detto che per l’acquisto di nuovi autobus saranno stanziati circa 45 milioni di euro in quanto, 35 milioni di euro saranno forniti dalla città di Belgrado  e gli altri 10 milioni saranno forniti dalla società GSP (società per il trasporto pubblico).

“La prossima settimana sarà annunciata una gara d’appalto per l’acquisto degli autobus, subito dopo l’Assemblea, e in base al prezzo che riceveremo in gara, ci aspettiamo di avere tra 210 e 230 nuovi autobus per le strade della città dal 1° settembre”, ha detto Vesic, aggiungendo che il termine per la consegna del bus sarà di 150 giorni.

Vesic ha detto che questi cambiamenti porteranno ad una completa ristrutturazione del GSP, come anche al modo in cui si acquistano i biglietti e le tariffe.

Egli sottolinea che la città di Belgrado stanzia all’anno circa 27 miliardi di dinari per il trasporto pubblico, di cui solo circa nove miliardi vengono riscossi tramite laa vendita dei biglietti, il che significa che 18 miliardi provengono direttamente dal bilancio per il finanziamento dei trasporti pubblici.

“In nessuna parte del mondo il trasporto pubblico è redditizio, quindi non lo può essere nemmeno a Belgrado, ma in nessuna altra parte del mondo vengono dati due terzi del denaro per sovvenzionare il trasporto pubblico. Questo deve cambiare assolutamente”, ha sottolineato Vesic.

Ad esempio, quei 18 miliardi di dinari, quanto viene dato direttamente dal bilancio, valgono 75 nuovi asili o 75 scuole o più di 350 nuovi autobus.

“Questo è qualcosa su cui lavoreremo a fondo quest’anno, perché la società GSP è l’unica società a Belgrado, assieme al “Sava Center”, che ha perdite”, ha detto Vesic e ha aggiunto che tutte le altre aziende della città funzionano normalmente e con un bilancio positivo.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2019&mm=02&dd=19&nav_id=1507736&fbclid=IwAR3WI-xAQeCSDXOwAjSpzy60PmqfJPDwar4nRIME9mXYP6hLclTEs6rl0Js

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Belgrado, Goran Vesic, GSP
La start-up ungherese Ronan Air progetta voli per Belgrado

tariffe
In Aprile firma dell’Accordo regionale sul roaming dei paesi dei Balcani occidentali

Close