Godfrey: “I rapporti con la Serbia rimarranno uguali anche dopo il voto americano”

L’Ambasciatore statunitense a Belgrado, Anthony Godfrey, crede che la politica statunitense nei confronti della Serbia non cambierà indipendentemente dall’esito delle odierne elezioni presidenziali statunitensi.

“Sia i Democratici che i Repubblicani sostengono fortemente il rinnovamento e l’approfondimento delle relazioni tra i nostri due popoli”, ha detto il politico a “Blic”.

“Washington attribuisce importanza al rafforzamento della cooperazione con la Serbia, e sono lieto che l’amministrazione americana sia riuscita a infondere nuova energia e dare un impulso al processo di normalizzazione economica. Non si discosterà da questo nemmeno dopo”.

Lo stesso ha valutato che la prosperità, la democrazia e l’integrazione europea dei Balcani occidentali sono di fondamentale importanza per la sicurezza comune.

“Ogni nuovo Presidente americano ha diverse priorità, ma dalla seconda guerra mondiale la nostra sicurezza e prosperità sono legate a quelle dei nostri alleati in Europa. Pertanto, non mi aspetto cambiamenti significativi nella politica estera, indipendentemente dall’esito delle elezioni”, ha detto Godfrey.

Lui ha descritto le elezioni statunitensi come complicate ma eccitanti e dinamiche e le ha paragonate a un campo di battaglia democratico.

“Il voto elettorale è un’arma non violenta preziosa e la più potente che abbiamo in una società democratica, dobbiamo usarla”, ha concluso l’ambasciatore statunitense in occasione delle 46esime elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2020&mm=11&dd=03&nav_category=11&nav_id=1757310

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top