All’italiana Magip la raccolta di rifiuti a Grocka, ai francesi la pulizia dei condomini

Dal 1 novembre, gli italiani assieme con le autorità di Grocka hanno iniziato ad occuparsi della raccolta dei rifiuti e del riscaldamento in questa municipalità alla periferia di Belgrado. Anche se ancora si sta svolgendo la fornitura delle risorse e della meccanizzazione necessaria, i cittadini che abitano sul territorio del comune Grocka, all’inizio di dicembre avranno le bollette per la raccolta dei rifiuti ridotte da 518 a 480 dinari. Inoltre,gli abitanti di Grocka dovrebbero pagare dal 5 al 10 percento di meno le spese di riscaldamento. 

“Tutto sarà pronto fra due-tre mesi. La procedura è un po’ complicata perchè con i tutti abitanti di Grocka si deve stipulare il contratto e distribuire gratuitamente oltre 20.000 contenitori per i rifiuti”, ha spiegato il presidente di questa municipalità, Stefan Dilberovic.

“L’azienda italiana “Magip” ha affittato i camion dalla azienda che prima si occupava della raccolta di rifiuti, visto che i loro veicoli non sono arrivati in tempo per le procedure doganali”, ha spiegato Dilberovic, aggiungendo che quest’azienda assumerà completamente il processo della raccolta dei rifiuti.

Dall’altra parte, l’opposizione in questo comune afferma che qui si tratta degli affari sporchi, perchè i dipendenti dell’azienda che precedentemente gestiva il servizio, la “Grocanski komunalac”, sono stati costretti a firmare i licenziamenti per poter essere assunti dagli italiani. 

“Nessuno è stato costretto. Circa 95% dei dipendeti dall’azienda precedente passerà nella nuova azienda che assumerà 155 persone”, ha indicato Dilberovic, aggiungendo che la nuova azienda, risultato del partenariato pubblico- privato, “Eko Grocka” è costituita dall’azienda “Magip” con l’80% della quota sociale e il comune di Grocka con 20% della quota sociale.

L’azienda italiana “Magip” si è obbligata ad investire 3,7 milioni di euro nel primo anno, mentre nei successivi 25 anni dovrebbe investire 10 milioni di euro, ha indicato il presidente del comune Grocka, aggiungendo che loro hanno offerto gli spazi e il personale.

Mentre gli italiani hanno deciso di occuparsi dalla raccolta dei rifiuti in Serbia, i francesi vogliono occuparsi dalla pulizia dei palazzi condominali. Un paio di giorni fa, la famosa azienda francese “Atalian” ha acquistato 51 percento dell’azienda “Mopeks” che offre i servizi di pulizie condomini e che ha già contratti stipulati con i comuni, grandi aziende e istituzioni di cultura.

(B92, 15.11.2015.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Francia, Italia, Magip
Visita ufficiale a Belgrado del Presidente del Senato Pietro Grasso

Al via la XV Settimana della lingua italiana nel mondo

Chiudi