Gli investitori tedeschi non avrebbero intenzione di lasciare la Serbia

Le pressioni sulla Serbia dovute alla sua posizione di principio sulla crisi in Ucraina e alla decisione di non imporre sanzioni alla Russia legate all’economia hanno dato vita a speculazioni secondo cui alcuni investitori tedeschi, che impiegano circa 77.000 lavoratori nel Paese balcanico, potrebbero andarsene.

Il presidente della Camera di commercio tedesco-serba, Milan Grujić, ha detto che questo non è vero e che le aziende che operano in Serbia non hanno intenzione di andarsene. “Secondo le nostre informazioni e in generale secondo le nostre idee non è vero che le società tedesche che operano in Serbia vogliano andare via”, ha sottolineato Grujic. Secondo l’ultimo sondaggio, in cui hanno chiaramente posto questa domanda tra i propri membri, sebbene l’opinione generale sia che esiste un impatto della situazione critica sul business, l’idea di andarsene non c’è.

A riprova del fatto che non è vero che alcune aziende hanno congelato il loro arrivo previsto in Serbia, Grujic sottolinea che aziende come “MTU, Hansgrohe, Biserba e Continental” continuano a costruire le loro strutture. Grujic ha confermato che la Camera riceve ancora diverse richieste alla settimana da aziende, sia grandi che piccole, interessate a conoscere le condizioni in Serbia per arrivare nel Paese e fare affari.

Secondo lui, la strategia di tutte le grandi aziende in Serbia è di rafforzare la catena di approvvigionamento a livello regionale e in questo modo assicurarsi un futuro e aggiunge che tutte le attività per portare le piccole e medie imprese in Serbia e per farle partecipare attivamente negli affari vanno in quella direzione. “Negli ultimi 20 anni, le aziende tedesche hanno investito circa 3,6 miliardi di euro in Serbia e anche prima della pandemia l’intensità e l’attrattiva della Serbia erano riconosciute”, ha concluso Grujic.

Predsednik Nemačko-srpske privredne komore tvrdi da investitori ne planiraju da odu iz Srbije

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top