Gli immobiliaristi costruiscono soprattutto appartamenti di grandi dimensioni a Belgrado

In base al numero di permessi di costruzione rilasciati da gennaio a settembre, a Belgrado stanno per essere costruiti 8.000 appartamenti.

La dimensione media di questi appartamenti è di 73 metri quadrati, il che indica che gli sviluppatori immobiliari si rivolgono soprattutto alla popolazione più ricca. Per un acquirente comune, questi appartamenti sono troppo costosi.

Una licenza edilizia su sei, delle circa 2.450 rilasciate a Belgrado nei primi nove mesi di quest’anno, è stata rilasciata nel comune di Surčin, riferisce la Radiotelevisione serba (RTS).

“Il comune di Surčin è cresciuto molto negli ultimi anni, sviluppandosi, progredendo e attirando sia gli sviluppatori immobiliari che i cittadini”, afferma Dobrinka Tošić, responsabile della pianificazione urbana del governo di Belgrado.

Nei comuni di Stari Grad e Rakovica sono stati rilasciati in media meno di 10 permessi al mese.

“Questo (8.000 appartamenti) non è sufficiente. Il mercato ha un disperato bisogno di appartamenti, sia nuovi che in vecchi edifici. L’offerta è piuttosto debole e la maggior parte degli appartamenti in vendita non è di buona qualità”, spiega l’agente immobiliare Katarina Lazarević e aggiunge:

“Gli sviluppatori immobiliari stanno cercando di costruire appartamenti più grandi di 100 e 120 metri quadrati. Gli appartamenti più piccoli che stanno costruendo attualmente sono di 70 metri quadrati, ancora troppo costosi per l’acquirente medio. Alcuni anni fa si costruivano soprattutto monolocali o bilocali di 30 o 40 metri quadrati”.

Quest’anno il fatturato del settore immobiliare è notevolmente diminuito, ma questo è più un segno di stabilità del mercato che di crisi del settore edilizio, perché molte persone hanno deciso di investire nel settore immobiliare durante la pandemia di coronavirus.

“Rispetto alle 35.000 transazioni immobiliari dell’anno scorso, si tratta di un calo del 30%”, afferma Milić Đoković, perito immobiliare.

Si aspetta che i tassi di interesse sui mutui per l’edilizia residenziale comincino a scendere nella seconda metà del prossimo anno, seguiti da un leggero calo dei prezzi degli appartamenti più costosi e dalla stabilità dei prezzi degli altri.

(Nova.rs, 05.12.2023)

https://nova.rs/vesti/biznis/beograd-ce-uskoro-dobiti-vise-od-8-000-stanova-u-proseku-ce-imati-73-kvadrata-garsonjere-se-ni-ne-prave/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!