Gli emiratini produrranno componenti per aerei a Zemun

Presto si concluderanno i negoziati per la costruzione di una fabbrica che darà lavoro a 600 persone, ha dichiarato Aleksandar Vucic.

Un altro investimento dagli Emirati Arabi Uniti nel settore dell’industria aeronautica arriverà presto in Serbia. Il vicepremier ritiene che forse già nelle prossime quattro settimane potrebbero concludersi i negoziati per la costruzione della fabbrica: in questo momento sono in corso le trattative con l’azienda Al Fayed per l’investimento in terreni in Vojvodina. Vucic assicura che la Serbia assicurerà tutte le condizioni tecniche richieste dal futuro investitore: “Si tratta di una fabbrica di componenti per Boeing ed Airbus che dovrebbe dare impiego a circa 600 persone. Penso che abbiamo trovato un posto a Zemun, visto che per loro è importante essere vicini all’aeroporto. I negoziati sono in corso; non saranno semplici, ma anche loro vogliono un business sano. Non abbiamo le competenze tecnologiche, ma possiamo assicurare il terreno, le infrastrutture… Tutto ciò che è legato all’alta tecnologia lo lasceremo a loro e noi impareremo”.

La costruzione della fabbrica è un altro elemento che si aggiunge alla serie di collaborazioni tra EAU e Serbia; gli investimenti nei settori dell’IT e dell’agricoltura concordati nel recente viaggio della delegazione serbi ad Abu Dhabi dovrebbero migliorare lo stato dell’economia serba. L’obiettivo è che dopo 40 anni la bilancia commerciale del Paese non sia più in rosso: “Spero che entro il 2020 la Serbia possa diventare leader economico regionale”, ha confidato Vucic ai giornalisti.

(b92.net, 28.10.2013)

Boeing Working on Future 787 Models Including a 787-10

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top