Gli edifici del progetto “Beograd na vodi” si alzano sempre di più

Le modifiche al piano spaziale per il progetto “Beograd na vodi”, che avvengono al di fuori delle procedure, includono la riduzione delle aree verdi previste in questa parte della città, l’aumento dell’altezza degli edifici a 100 metri e, secondo l’architetta e urbanista Dr. Iva Cukic, assecondano completamente la volontà degli investitori, consentendo una costruzione selvaggia.

Le bozze di modifica al piano territoriale del progetto “Beograd na vodi”, compilate su un totale di 79 pagine, sono state rese possibili alla visione dell’opinione pubblica dal 12 al 26 novembre, per soli 15 giorni. La Čukić spiega che un’ispezione pubblica di 15 giorni è consentita solo quando si tratta di modifiche minori ai documenti, che si riferiscono a meno di un terzo del documento di pianificazione. Qui, però, si tratta di cambiare due terzi del documento programmatico, a cui si accompagna l’introduzione di una nuova infrastruttura di viabilità e un cambio di infrastruttura sociale.

“La procedura con cui viene realizzato questo piano è illegale. Doveva seguire l’intera procedura dall’inizio alla fine: 15 giorni di prima visione sotto controllo da parte di esperti e raccolta delle obiezioni, poi 30 giorni di visione pubblica e un’audizione pubblica”, afferma l’urbanista.

Alla pagina 73 del progetto è possibile vedere dove si trovano tutte le modifiche pianificate. Si vede così che nel blocco 30 la costruzione consentita aumenta da 9 metri di altezza fino a 100, nel blocco 27 ​​da 25 a 100 metri, nei blocchi 16 e 22 da 45 a 100 metri, nei blocchi 17, 20, 26, 28, 29 da 60m a 100m e l’aumento dell’altezza consentita a 100m si è verificato anche nei blocchi 19.2 e 21.

Si evince poi che la percentuale dell’area minima di vegetazione è stata ridotta per il “Centralni Park” dal 75% al ​​50%, e per il parco vicino al nuovo ponte pedonale dal 70 al 50%. L’area di vegetazione è ridotta dal 60% al 40% in un quartiere, e per un altro che doveva avere un minimo di 50% di aree verdi è possibile che l’area diventi pavimentata al 100%. Ridotto da 9 a 7 anche il numero di cinture verdi di protezione previste, che miravano a ridurre gli effetti negativi del traffico nonché la formazione di barriere visive.

Menjaju prostorni plan Beograda na vodi da bi nikle zgrade do 100 metara

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top