Gli attivisti richiedono ufficialmente al governo di fermare lo sviluppo del progetto di estrazione del litio

I rappresentanti dell’Associazione dei Cittadini Ne Damo Jadar hanno presentato una richiesta al governo serbo il 1° luglio, chiedendo un divieto legale sull’esplorazione geologica e lo sfruttamento del litio e del boro in Serbia. Affermano di aver raccolto 38.000 firme a sostegno della loro richiesta.

Un rappresentante dell’associazione, Zlatko Kokanović, ha dichiarato che se la richiesta non sarà soddisfatta entro 40 giorni, cioè entro il 10 agosto, radicalizzeranno le loro proteste. Questo, come ha detto, significa che le ferrovie, in particolare i “punti vitali” attraverso i quali vengono trasportati i minerali da altre miniere in Serbia, saranno bloccati.

Il governo serbo aveva revocato il piano spaziale in base al quale Rio Tinto avrebbe potuto proseguire con il suo progetto Jadar. Recentemente, i funzionari serbi hanno affermato che il progetto dovrebbe andare avanti, sostenendo che porterebbe prosperità al paese. Rio Tinto ha acquistato diverse fattorie e altre proprietà nell’area di Jadar, nella Serbia occidentale.

Recentemente, l’ex Primo Ministro e ora Presidente del Parlamento serbo, Ana Brnabić, ha detto di supportare l’estrazione del litio in Serbia, aggiungendo che crede sarebbe sbagliato rinunciare a tale opportunità.

Ha anche notato che non spetta a lei decidere se il popolo serbo debba votare sulla questione in un referendum.

“Il litio è importante per l’Europa, e l’unico deposito significativo di litio sul continente europeo è in Serbia. Se il popolo serbo decide di supportare l’estrazione del litio, riguardo alla quale non ho nascosto la mia convinzione che sia buona e che sia il petrolio del 21° secolo, sarebbe anormale e imprudente rinunciarvi. La Norvegia era uno dei paesi più poveri, ma ha estratto petrolio dal mare“, ha detto Ana Brnabić.

(Radio Free Europe, 01.07.2024)

https://www.slobodnaevropa.org/a/aktivisti-litijum-rio-tinto-vlada-srbije-zahtev/33017290.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top