Gli americani interessati in miniere e telecomunicazioni

L’ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia Michael Kirby ha detto che alcune aziende americane sono molto interessate di investire in Serbia. L’ambasciatore ha specificato che sono interessate all’estrazione di litio e rame, nonchè all’acquisto della “Telekom Srbija”.
“Si è parlato che alcune aziende americane abbiano inviato offerte per “Telekom Srbija”, mentre ci sono anche due gruppi di investitori interessati a investire nel settore minerario: una nell’esplorazione di rame e altra in quella del litio. Potrei dire solo che hanno compreso seriamente la possibilità di investimento nella produzione di litio, però serve loro tempo per prendere in considerazione e verificare tutto prima che investano un paio di miliardi di dollari in questo progetto”, ha dichiarito Kirby.
Gli investimenti maggiori degli Stati Uniti sono stati l’acquisto dell’operatore via cavo serbo SBB da parte del gruppo americano “KKR”, nonchè l’investimento della “Molson Coors”, che è diventata il nuovo proprietario della birrieria “Apatinska pivara”.”Affinchè nostre aziende investano in Serbia, bisognerebbe creare tali condizioni che gli affari si concludano velocemente, i tribunali funzionino efficacemente, il che non è caso oggi. Per questo è molto importante anche il capitolo 23 nelle trattative con l’Ue. Inotre si parla molto della corruzione e la lotta contro di essa sarebbe una buon idea”, ha detto Kirby.
Primo ministro Aleksandar Vucic visiterà Washington a settembre, quando si incontrerà con il vice presidente degli Stati Uniti, Joseph Biden. Secondo le aspettative di Kirby, i temi principali saranno rapporti di due paesi, la strada europea della Serbia, nonchè le questioni economiche e militari.
Secondo Kirby, uno dei temi principali sarà anche l’economia, cioè dipendenza energetica della Serbia da quasiasi paese, inclusa la Russia, quando si tratta del gas.
(eKapija, 17.08.2015.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top