Gazeta Express: Trump ha acconsentito alla partizione del Kosovo

L’amministrazione del Presidente degli Stati Uniti ha dato il via libera all’opzione di partizionare il Kosovo, scrive Gazeta Express.

Il quotidiano di Pristina ha riferito questo, citando fonti diplomatiche senza nome, e ha aggiunto che c’è una possibilità che Trump abbia concordato con il Presidente russo Vladimir Putin durante il loro recente summit a Helsinki.

Secondo le informazioni ottenute dal quotidiano, l’amministrazione del presidente Trump, vale a dire i funzionari di politica estera dell’amministrazione statunitense, ha convenuto che “il Kosovo dovrebbe dare del territorio alla Serbia in cambio del riconoscimento della sua indipendenza”.

Questo radicale cambiamento nelle opinioni dell’amministrazione statunitense è avvenuto dopo che l’ex consigliere per la sicurezza nazionale H.R. McMaster è stato sostituito da John Bolton, che è “noto per il suo approccio anti-Kosovo da quando è stato l’ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite”.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Il giornale di Pristina ha valutato che per loro questo non è un buon sviluppo, e vede come la situazione proseguirà, e cita ancora una fonte anonima: “Esiste la possibilità che uno scambio di territorio venga discusso. Alla fine di questo intero dramma, il Kosovo, o ciò che ne rimane di esso, sarà considerato una provincia dell’Albania”.

Il quotidiano ha inoltre affermato che “tutti i presidenti degli Stati Uniti, a partire da George W. Bush fino a Trump”, hanno mantenuto la stessa posizione quando si tratta di “i confini del Kosovo” , cioè che questi non devono essere toccati e che non vi possono essere partizione del Kosovo”.

“Donald Trump, presidente americano non convenzionale, e la sua squadra non sono d’accordo riguardo la maggior parte delle cose che i suoi predecessori hanno fatto, sia dentro che fuori dall’America, compreso il tema del Kosovo”, riporta l’articolo.

Il primo albanese a citare pubblicamente lo scambio di territori tra Serbia e Kosovo come opzione è l’accademico Rexhep Qosja – afferma l’analista politico Ernest Luma per Gazeta.

“Lui (Qosja) ha detto che la soluzione migliore sarebbe quella di dare alla Serbia i tre comuni del nord (Zvecan, Zubin Potok e Leposavic) e in cambio ottenere quello che avevamo – Presevo, Bujanovac e Medvedja”, ha detto.

Nel programma “Debat Plus”, andato in onda su RTV Dukagjini, ha detto che all’epoca questa idea non era stata ben accolta e che il pubblico non lo avrebbe accettato. Secondo lui, nel 1954, i territori furono scambiati per raggiungere l’equilibrio etnico e per il rafforzamento della fratellanza e dell’unità. Il nord del Kosovo era più una terra di nessuno che in realtà appartenente alla Serbia o al Kosovo. Secondo lui, il problema del nord del Kosovo non è nuovo, né è stato creato dopo l’ultima guerra, è presente negli ultimi 50 anni.

L’analista Dardan Islami afferma che la divisione del Kosovo non soddisfa entrambe le parti, ma che si tratta di un’opzione stradale di medio livello che non è poi così male. Nel programma Debat Plus, Islami ha anche detto che l’opzione di scambiare il territorio non è poi la peggiore delle opzione possibili, in quanto ci sono opzioni anche peggiori, e sicuramente tre o quattro possibili scenari.

Dice inoltre che i confini dovrebbero essere reintegrati com’erano e che non c’è bisogno che il Kosovo prenda, né che dia il territorio. “I comuni del nord, ad essere onesti, non sono mai stati nostri. Non abbiamo mai avuto case o cimiteri lì”, aggiunge.

A differenza del presidente e del primo ministro del Kosovo, rispettivamente Hasim Thaci e Ramush Haradinaj, il presidente del parlamento del Kosovo, Kadri Veseli non crede che l’accordo finale con la Serbia sarà doloroso per il Kosovo.

“La nostra storia è dolorosa, e credo fermamente che il dolore che il nostro popolo ha provato non sia una cosa del passato, perché abbiamo amici dalla nostra parte, i nostri partner internazionali”, ha detto Veseli per RTK.

(http://www.politika.rs/scc/clanak/408021/Gazeta-Tramp-dao-zeleno-svetlo-za-podelu-Kosova)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top