Galenika: sfumato accordo tra Governo e consorzio anglo-russo

Il Ministero dell’Economia della Serbia ha reso noto mercoledì di non essere riuscito a raggiungere un accordo con un consorzio di imprese inglesi e russe sulla vendita del 25% del casa farmaceutica Galenika in debito.

La vendita di Galenika rientra negli sforzi della Serbia per vendere, chiudere o ridimensionare imprese statali non redditizie, nell’ambito di in un prestito di 1,2 miliardi di euro da parte del Fondo monetario internazionale.

Nel mese di aprile, il Governo aveva invitato i partner strategici ad investire almeno 7 milioni di euro (7,5 milioni di dollari) in Galenika, che opera in impianti di produzione di medicinali e ha contratto debiti per una cifra che ammonta a 220 milioni di dollari.

Il consorzio non ha offerto alcuna soluzione per il debito di Galenika con le banche commerciali, secondo quanto il Ministero dell’Economia ha riferito attraverso comunicazione ufficiale, aggiungendo che cercherà di trovare un altro modo per privatizzare la società nel più breve tempo possibile.

Il colosso farmaceutico deve 50 milioni di dollari alle banche commerciali e il resto del suo debito è con lo Stato. Una proposta di 8700000 di dollari per la vendita di Galenika a Valeant era già fallito nel giugno 2013.

($ 1 = 0.9341 euro)

http://www.reuters.com/article/serbia-privatisation-idUSL5N1FT639?rpc=401&
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top