Partenariato Galenika: indiani esclusi dalla gara?

Secondo quanto comunicato dalla stampa, l’indiana Cadila Pharmaceuticals potrebbe essere probabilmente estromessa dalla gara per il partenariato strategico di Galenika a causa di irregolarità riscontrate nella documentazione.

L’esclusione seguirebbe quella dei brasiliani di SME, determinata da problemi procedurali. In questo caso, il consorzio britannico-russo costituito da Frontier e Petrovax Pharm, la cui partecipazione è stata mediata dall’imprenditore serbo Toplica Spasojevic, rimarrebbe l’unico offerente per l’acquisizione del 25% di Galenika.

Come riportato da Blic, il consigliere per la privatizzazione tramite partenariato strategico del gigante farmaceutico ha approntato una relazione, che verrà presto trasmessa alla Commissione per l’espletamento della procedura di selezione del partner.

La Commissione valuterà le offerte in linea con la relazione, ma considerando la difficile posizione della società indiana, l’unica candidatura valida oggetto di esame potrebbe dunque essere quella del citato consorzio, il quale offre 7 milioni di euro per il 25% del capitale di Galenika. La cifra rappresenta l’importo minimo richiesto dallo Stato in quanto proprietario di maggioranza della fabbrica. Secondo quanto dichiarato, un investimento pari a 30-40.000.000 sarebbe disponibile, mentre nel piano proposto nell’ambito dell’offerta il numero dei dipendenti risulta essere dimezzato, dagli attuali 1400 ai previsti 700.

(eKapija, 06.09.2016)

http://www.ekapija.com/website/en/page/1536911/Russians-sole-remaining-bidders-for-Galenika-India-s-Cadila-drops-out-of-the-competition?

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top