Fusione delle banche : la OTP Bank considera l’acquisto della Credit Agricole

Nel mare di frequenti notizie sul rafforzamento del mercato in Serbia, l’ultima notizia, che arriva dai circoli bancari, è che la banca OTP acquisterà Credit Agricole Srbija, non ufficialmente si parla di circoli bancari.

Gli ultimi dieci anni, sono stati turbolenti per il settore bancario serbo: il numero di banche è stato ridotto da 35 a 28.Tuttavia, gli esperti dicono, che anche questo numero è troppo per un paese delle dimensioni della Serbia e che ci saranno altre vendite e fusioni.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

L’opinione dei banchieri è che non ci si può aspettare l’arrivo di grandi giganti come la Deutsche Bank e il Siitigroup in questa regione, e quindi le speculazioni sull’acquisizione riguardano principalmente le banche regionali. In particolare, viene evidenziata la potenziale espansione di OTP estesa all’intera regione. Blumberg ha scritto che la OTP banca prevede di acquistare almeno cinque banche nei prossimi due anni per cui destinerà un miliardo di dollari.

Il gruppo ungherese, è una delle banche meglio capitalizzate in Europa, dovrebbe presumibilmente utilizzare un miliardo di dollari di fondi per espandere la sua presenza nell’Europa centrale e orientale, con una misura di potenziali obiettivi dalla Bulgaria alla Bielorussia.

OTP banka è già menzionata come acquirente della Société, ma anche della serba Komercijalna Banka. Per ora hanno acquistato la Vojvodjanska Banka.

D’altra parte, le banche più potenti americane e asiatiche dominano i mercati finanziari globali. Nella lista delle banche con l’attivo più alto ci sono quattro banche cinesi, seguite da banche statunitensi e giapponesi. Se si esclude la banca britannica HSBC tra le prime dieci banche del mondo, ci sono solo due banche europee, entrambe francesi, la BNP Paribas all’ottavo posto e la già menzionata Credit Agricole al decimo posto. Ecco perché ci sono sempre più speculazioni sulla fusione di queste due banche europee.

La Serbia è ancora un mercato molto attraente per le banche europee. E mentre in Europa l’ammontare del prestito è pari al valore del prodotto interno lordo, in Serbia è solo il 45% del PIL, il che significa che nei prossimi anni possiamo aspettarci una crescita del credito nel nostro paese.

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2018&mm=09&dd=08&nav_id=1441362

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top