Freedom House: “La Serbia ora non è uno Stato democratico; è la prima volta dal 2003”

Serbia e Montenegro, per la prima volta dal 2003, non sono considerati Stati democratici; è la conclusione del rapporto “Paesi in transizione” dell’organizzazione non governativa “Freedom House”, un documento che esplora e descrive il modo in cui sono governati 29 Paesi dell’ex Unione Sovietica e dell’Europa orientale.

Serbia e Montenegro sono classificati come governi di transizione o regimi ibridi nel rapporto 2020 della stessa organizzazione, in cui il potere è fondato sull’autoritarismo a causa di un cambiamento democratico incompleto. Tale governo, in uno Stato, può simultaneamente esercitare repressione politica e indire elezioni a piacimento.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

In Serbia indicatori negativi nelle riforme democratiche e nei metodi di governo sono stati registrati negli ultimi cinque anni. Il Montenegro invece ha lasciato il gruppo di stati democratici dopo un decennio, e come la Serbia era prima tra le democrazie semi-consolidate.

“L’Albania, la Serbia e il Montenegro hanno visto il maggior declino, considerando tutti i Paesi dei Balcani. Serbia e Montenegro sono regrediti nella lotta alla corruzione. Non esistono azioni efficaci in risposta a casi di corruzione di alto livello e vi sono casi di scioglimento di istituzioni e riluttanza ad agire per contrastare efficacemente la corruzione”, ha dichiarato a “Voice of America” Michael Smelcer, un ricercatore dell’ONG con sede a Washington.

Il rapporto rivela, tra l’altro, che da quando è salito al potere nel 2012, il partito progressivo serbo (SNS) ha sistematicamente limitato la capacità dell’opposizione di essere coinvolta nel governo del Paese.

L’allarme arriva anche dalla pratica diffusa di adottare delle procedure legislative di emergenza, un processo che, sottolinea “Freedom House”, dovrebbe essere applicato solo in situazioni di emergenza. L’organizzazione avverte che nel corso del 2019 oltre la metà delle leggi in Serbia è stata adottata con una procedura di emergenza.

Fridom haus: Srbija nije demokratska država, prvi put od 2003.

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Freedom House, Montenegro, Paesi in transizione, Serbia
L’Europa in recessione dopo la pandemia, solo la Serbia con segni positivi?

In Serbia altri 102 contagiati e 4 morti

Close