Frattini: adesione legata alle riforme

Al termine della sua visita belgradese, l’ex Ministro degli Esteri ha dichiarato che la Serbia potrebbe entrare nella UE già nel 2020.

“La Serbia nell’UE entro il 2020 è un traguardo RAGGIUNGIBILE. E dipende dalla capacità di Belgrado di conseguire le riforme necessarie”: così ha twittato nel pomeriggio Frattini. Durante la sua visita l’ex Ministro ha incontrato vari esponenti del Governo e delle istituzioni serbe, tra i quali Miljko Radisavljevic, Procuratore speciale per i crimini di guerra:in un altro tweet, il nostro politico ha definito questo incontro “produttivo”.

Frattini, informa l’agenzia ANSA, ha incontrato anche il primo vice primo ministro Aleksandar Vucic e il ministro della giustizia Nikola Selakovic in merito ai prossimi provvedimenti di questo dicastero in funzione dei negoziati con la UE relativi ai capitoli 23 (amministrazioen della giustizia e diritti fondamentali) e 24 (giustizia, libertà e sicurezza), per i quali l’ex capo della diplomazia italiana svolge la sua attività consulenziale.

Nella sua visita belgradese Frattini ha discusso dei preparativi della prima conferenza intergovernativa che si terrà il 21 gennaio, la quale segnerà l’inizio dei negoziati di adesione per la Serbia.

frattini

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top