Francia, Hong Kong e Olanda i maggiori investitori in Serbia

Secondo il Ministro delle finanze serbo, Sinisa Mali, l’afflusso totale di investimenti esteri diretti in Serbia nella prima metà di quest’anno è stato di 1,9 miliardi di euro, circa il 31% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Alcuni giorni fa il “Financial Times” ha riferito che la Serbia è al primo posto al mondo in termini di investimenti esteri diretti se guardiamo alle dimensioni della sua economia.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Secondo le ultime classifiche del 2019, la Serbia è infatti al primo posto, con un indice di 11,92 punti, cioè 1,33 punti in più rispetto allo scorso anno. Lo studio pubblicato afferma che lo scorso anno il Paese ha attratto 107 progetti di investimenti diretti esteri, 26 in più rispetto al 2017, il tutto riferito alle dimensioni dell’economia di ciascuna nazione analizzata.

Con un rating di 11,92, il Paese balcanico attira quasi 12 volte più la quantità di investimenti diretti esteri di quanto ci si aspetterebbe da un’economia delle sue dimensioni. Ha così preso la posizione di leader del Mozambico in termini di valore dell’indice e ha guadagnato un posto in più rispetto al 2017, sempre secondo lo studio del giornale britannico.

Lo scorso anno i principali settori in Serbia per investimenti diretti esteri sono stati l’industria dei componenti automobilistici, quella alimentare e del tabacco, tessile e immobiliare. Insieme hanno rappresentato oltre la metà, esattamente il 54%, dei progetti in entrata totali.

Secondo la Banca Nazionale serba, lo scorso anno la maggior parte degli investimenti diretti esteri è arrivata dalla Francia con 710,7 milioni di euro, seguita da Hong Kong (434,5 milioni), Paesi Bassi (317,5 milioni), Germania (263,7 milioni) e Russia (237,3 milioni di euro). Osservando le aree in cui gli investitori stranieri stanno investendo maggiormente, i dati mostrano che 924,8 milioni di euro sono stati investiti nella produzione, 660,1 milioni di euro in trasporti e stoccaggio, e di seguito attività finanziarie, edilizia e settore minerario.

La crescita degli investimenti diretti esteri in Serbia è diretta conseguenza di alcuni fattori: stabilità politica del Paese, migliori infrastrutture, qualità e forza lavoro relativamente economica, apertura commerciale, nonché un gran numero di zone industriali, dove vengono costruiti nuovi impianti o si espandono quelli esistenti, vicine alle grandi città.

https://www.dnevnik.rs/ekonomija/naslovi/francuska-hongkong-i-holandija-najvise-ulozili-u-srbiju-26-08-2019

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top