Formazione duale: arriva in Serbia la strategia per stimolare l’occupazione giovanile

A partire da settembre, le scuole serbe implementeranno sperimentalmente il sistema di formazione duale. La stesura della legge sulla formazione duale è quasi giunta al termine, e, con annesso statuto, dovrebbe essere trasmessa al Parlamento serbo per essere sottoposta a dibattito pubblico al più presto.

Al fine di motivare le aziende a formare gli studenti delle scuole superiori, il premier serbo ha annunciato che lo Stato concederà sovvenzioni che, per il momento, non saranno così sostanziali. “La nostra intenzione è quella di creare un modello di scuola conforme con la strategia di formazione dello stato. Vogliamo anche modificare i programmi delle scuole superiori per soddisfare le esigenze della formazione duale in modo da fornire agli studenti la possibilità di essere formati e di lavorare per aziende ben note”, sostiene il Ministro dell’Istruzione, Mladen Sarcevic.

La formazione duale dovrebbe fornire un collegamento tra le scuole e le imprese, e consentire agli studenti delle scuole superiori di lavorare e studiare allo stesso tempo. Questo sistema è stato implementato con successo in Svizzera, e il segretario di Stato svizzero ha visitato la Serbia recentemente per trasmettere le esperienze del suo paese in questo settore.

“La formazione duale rappresenta un importante fattore di successo nel business e nell’innovazione in Svizzera. Una percentuale di giovani vicina al 67% è coinvolta nella doppia formazione, che offre loro un grande futuro e opportunità di lavoro”, ha dichiarato Mauro Dell’Ambrogio, Segretario di Stato svizzero per l’Istruzione.

Il sistema della formazione duale garantirebbe la riduzione della disoccupazione, favorendo la crescita economica.

Il governo ha deciso di stanziare dei sussidi per motivare le aziende serbe, finora scarsamente interessate, ad includere gli studenti delle scuole superiori nei programmi di formazione.

(N1, 07.02.2017)

http://rs.n1info.com/a226308/Biznis/Vucic-i-Sarcevic-o-dualnom-obrazovanju.html

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... formazione, istruzione
IT: incrementare esportazione a 1,5 mld di euro in 5 anni

Giovani serbi all’estero: le loro storie

Chiudi