Forbes: La Serbia è uno dei paesi con più svantaggi per il lavoro delle donne

Secondo Forbes, la Serbia è tra i paesi peggio classificati quando si tratta di lavoro femminile: solo la Grecia e l’Italia sono peggiori della Serbia.

In Sebia c’è una “mancanza di stabilità e opportunità di lavoro”, ha detto una intervistata.

Secondo questa analisi, solo il 28% delle intervistate in Serbia sono soddisfatte del punto di vista della carriera (contro il 53% delle donne a livello globale), il 51% di esse sono soddisfatte dell’equilibrio tra vita privata e lavoro (contro il 60% delle donne in tutto il mondo), mentre solo il 38% ritiene di avere un lavoro sicuro (a differenza del 58% delle donne a livello mondiale), scrive Forbes.

Questo è il quarto anno in cui la Grecia si trova all’ultimo posto per quanto riguarda il lavoro delle donne che lavorano all’estero. Secondo il sondaggio, le donne espatriate sono particolarmente scontente delle loro prospettive di carriera in Grecia, con il 37% che ritiene la Grecia il paese con le peggiori condizioni di lavoro (contro il 10% a livello mondiale).

Al primo posto vi è la Repubblica Ceca, che è stata votata come il miglior paese per il lavoro femminile.


In cima alla lista ci sono anche la Norvegia, la Danimarca, il Lussemburgo e la Nuova Zelanda. Questi paesi si sono classificati tra i primi 10 in cui le donne lavoravano all’estero per quattro anni consecutivi. La soddisfazione delle donne che lavorano in questi paesi è superiore alla media.

https://www.ekapija.com/news/2465711/prema-forbsu-srbija-medju-najnepovoljnijim-zemljama-za-rad-zena-test?fbclid=IwAR326bfonWjDFucUPlY_iDDqqWh7j8F7CUyl3-UZQntRrZL8mxjtjqlkXAE

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top