Fondi IPARD ufficialmente presentati agli agricoltori serbi

Agli agricoltori di tutta la Serbia sono state presentate ufficialmente le sovvenzioni IPARD destinate all’acquisto di macchinari e attrezzature per un valore di circa 3 milioni di euro. Per l’occasione, il ministro dell’Agricoltura, Branislav Nedimovic, ha annunciato un bando pubblico per la presentazione delle domande di assegnazione di una nuova quota di 25 milioni di euro.

Nedimovic, la ministra per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic e il capo della delegazione dell’UE in Serbia, Sem Fabrizi, hanno ufficialmente consegnato le sovvenzioni agli agricoltori che avevano presentato domanda di finanziamento dal terzo concorso del programma IPARD, per un totale di 175 milioni di euro per la Serbia.
Secondo Nedimovic, le sovvenzioni assegnate vanno da 10.000 a 600.000 euro, da utilizzare esclusivamente per l’acquisto di macchine agricole. Il ministro ha aggiunto che ci sarebbero state altre sovvenzioni a venire – circa 200 – che verrebbero assegnate a novembre di quest’anno.

Alla cerimonia ufficiale, che si è tenuta martedì 23 ottobre, sono stati consegnati in totale 3 milioni di euro di sostegni con i più alti finanziamenti che ammontano tra i 72 e i 77 milioni di dinari, e quello meno consistenti a 1.200 milioni di dinari da spendere per l’acquisto di rimorchi.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

“Oggi abbiamo annunciato un nuovo, quarto invito per la presentazione delle domande di finanziamento. Questi fondi sono destinati alla costruzione di proprietà legate all’agricoltura e all’acquisizione di attrezzature (celle frigorifere e simili). L’importo disponibile è di 25 milioni di euro, una somma pari al finanziamento dei precedenti tre inviti”, ha affermato Nedimovic.

Un nuovo invito per la presentazione delle domande sarà lanciato a dicembre e il ministro promette che tutti i candidati riceveranno dei finanziamenti. Ha anche detto che non ci sarà un solo errore nell’assegnazione e nell’utilizzo dei fondi IPARD, e che gli inviti comprendono tutti i fondi disponibili per la Serbia da IPARD, così come non ci saranno problemi con il ritiro dei fondi.

Il ministro ha aggiunto che la Serbia era decisamente pronta ad aprire il capitolo n°11 (agricoltura e sviluppo rurale) nei negoziati di adesione all’UE.

“Per quanto ci riguarda, abbiamo soddisfatto le condizioni richieste per l’apertura del capitolo 11. Qualche giorno fa, il governo serbo ha adottato un piano d’azione pertinente, quindi siamo pronti. Stiamo attualmente determinando la nostra posizione negoziale. Se saranno disposti ad aprire questo capitolo, ottimo. Se non lo sono, non c’è nulla che possiamo fare”, ha detto Nedimovic in risposta alla domanda di un giornalista.

Sem Fabrizi ha dichiarato che 175 milioni di euro sono stati accantonati dal programma UE per investimenti supplementari nel settore agricolo serbo e che tale importo, con un ulteriore cofinanziamento, potrebbe arrivare a 400 milioni di euro. “Vogliamo fornire strumenti adeguati per le persone che si occupano dell’agricoltura”, ha detto, aggiungendo che il denaro sarà destinato alla modernizzazione e all’acquisto di migliori macchine agricole, come anche di trattori, serre, sistemi di irrigazione, ecc.

Fabrizi ha valutato che l’agricoltura è un importante ramo economico in Serbia e ha dichiarato ai destinatari delle sovvenzioni che devono essere più competitivi. “L’esportazione di prodotti agricoli dalla Serbia verso l’UE è raddoppiata, anzi è triplicata”, ha aggiunto Fabrizi.

La ministra per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic, ha affermato che le sovvenzioni sono l’esempio perfetto dei motivi per cui la Serbia ha scelto di avviare il processo di integrazione europea. Come ha sottolineato, la Serbia, in quanto paese candidato, sta già utilizzando le sovvenzioni dell’UE attraverso l’IPARD, con 175 milioni di euro disponibili entro il 2020. Secondo la Joksimovic, la Serbia ha completato un processo piuttosto impegnativo per ottenere i fondi IPARD per rendere la sua agricoltura più competitiva e pronta per il difficile mercato europeo.

http://rs.n1info.com/a430137/Biznis/Uruceni-grantovi-poljoprivrednicima-iz-IPARD-fondova.html?fbclid=IwAR3Km3d2wiRiol-CGso1hNNt4wRLBw9yIirZXzLRgeVvqXgTzVRnbJTx7IY

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in agricoltura, Branislav Nedimovic, IPARD, Jadranka Joksimovic
“La privatizzazione della PKB su misura di un unico offerente”

agricoltura
Crescita economica trainata da costruzioni e agricoltura

Close