FMI-Serbia: in primavera nuovo accordo

Il Primo Ministro serbo, Aleksandar Vucic, ha annunciato, presso il World Economic Forum di Davos, che in primavera avrà un incontro con il Fondo Monetario Internazionale (FMI) per discutere un nuovo accordo di prestito.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nell’attuazione dell’accordo stand-by che il FMI ha concluso con la Serbia”, ha dichiarato Vucic, ricordando che la scadenza dell’accordo, il quale prevede un prestito di 1,2 miliardi di euro, è prevista per febbraio 2018.

Vucic ha espresso la speranza di poter discutere il nuovo accordo durante la prossima revisione dell’accordo corrente, indicativamente prevista per la primavera.

Prima della revisione, a marzo, la missione del FMI sarà in visita a Belgrado.

Lo scorso novembre, il FMI ha modificato le sue previsioni per la crescita economica 2016 della Serbia dal 2,5% al 2,7% e ha previsto un tasso di crescita per il 2017 pari al 3%. Il Fondo si è dichiarato inoltre concorde, per il 2017, ad un aumento di stipendi e pensioni nel settore pubblico.

Ma è stato anche sottolineato che sarebbero necessario, da parte delle autorità, fornire un piano di ristrutturazione chiaro per le aziende statali in perdita, tra cui la miniera di rame RTB Bor, impianti petrolchimici e una miniera di carbone, ognuno dei quali ha ricevuto ingenti sussidi in passato e accumulato consistenti debiti.

Vucic ha dichiarato che RTB Bor rimane uno dei maggiori problemi per il governo serbo. “Se riuscissimo a raggiungere un accordo per la sua privatizzazione o cessione, sarebbe una grande notizia per la Serbia. Considerando la situazione attuale, i cinesi potrebbero essere gli unici a prendersi cura di quella miniera di rame”.

(Blic, Reuters, 18.01.2017)

http://www.blic.rs/vesti/ekonomija/vucic-srbija-na-prolece-sa-mmf-o-novom-aranzmanu/l94qz3x
http://www.reuters.com/article/us-davos-meeting-vucic-idUSKBN15217J

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top