Firmato l’accordo sui voli diretti da Belgrado verso gli Stati Uniti

Il vice primo ministro e ministro dei trasporti, delle costruzioni e delle infrastrutture Zorana Mihajlovic ha dichiarato che sono stati soddisfatti tutti i requisiti tecnici per i voli diretti tra Serbia e Stati Uniti, aggiungendo che con l’ambasciatore degli Stati Uniti a Belgrado Michael Kirby è stato siglato l’accordo sui trasporti aerei fra i due paesi.

“Dopo 23 anni possiamo dire che stabiliremo voli diretti tra gli Stati Uniti e la Serbia”, ha detto la Mihajlovic dopo la firma dell’accordo in una conferenza stampa e ha aggiunto che le fa particolare piacere il fatto che l’Amministrazione Aeronautica Federale statunitense ha classificato la Serbia nella categoria di primo ordine. “Nell’aviazione questo significa che la Serbia è un paese sicuro che può applicare i voli diretti. Per quanto riguarda le condizioni tecniche, la Serbia è pronta. L’aeroporto Nikola Tesla – come anche la compagnia aerea Air Serbia – è pronta per i voli diretti. Ora ci aspettiamo il colloquio con le autorità aeronautiche sulla determinazione di quando potrebbero essere effettuati i voli diretti e credo che questo sarà realizzato il più presto possibile, perché stiamo lavorando su di esso” ha detto la Mihajlovic.

L’ambasciatore degli Stati Uniti a Belgrado Michael Kirby ritiene che in un futuro non troppo lontano sarà possibile volare direttamente tra Serbia e Sati Uniti.

(Blic, 12.05.2015)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... aeroporto nikola tesla, Belgrado, Michael Kirby, Stati Uniti, traffico aereo
“Figlio di nessuno”: la ragione di un “selvatico”

Stipulato il contratto per “Belgrado sull’acqua”: 3,5 miliardi € di investimento
Chiudi