Fino a fine agosto rimane uguale il prezzo dell’elettricità per le aziende

L’economia serba può stare tranquilla fino alla fine di agosto, poiché il governo ha raccomandato all’azienda statale “Elektroprivreda Srbije” (EPS) di mantenere i prezzi attuali di 75 euro a megawattora (MWh) per le attività commerciali e di 97,50 euro per le forniture dalle riserve, fino al 31 agosto quest’anno.

I prezzi erano stati formati alla fine di dicembre dello scorso anno, dopo molteplici aumenti del prezzo dell’elettricità sulle borse mondiali, ed erano stati pensati dal 1° gennaio alla fine di giugno, ma ora il governo ha raccomandato di prorogare la scadenza al 31 agosto. Per molti uomini d’affari in Serbia, questo ha significato un aumento dei prezzi di oltre il 50%. Non sono loro, ma anche per le aziende che avevano stipulato contratti con la stessa compagnia.

Zeljko Markovic, leader per l’energia e le risorse per la regione dell’Europa sudorientale ha detto all’agenzia “Beta” che la raccomandazione di mantenere gli stessi prezzi è stata accettata da “EPS”, il che significa che l’elettricità non diventerà più costosa ma non ci saranno soldi per nuovi investimenti nella stessa società. “EPS è ora quasi l’unico fornitore di elettricità ad aziende e cittadini in Serbia perché, a causa della crisi energetica, gli altri non sono in grado di vendere a un prezzo inferiore e quindi hanno temporaneamente sospeso le operazioni, quindi l’azienda fornirà energia praticamente a tutti i consumatori”, ha affermato Markovic.

https://www.021.rs/story/Info/Biznis-i-ekonomija/307425/Za-privredu-struja-po-istoj-ceni-do-kraja-avgusta-75-evra.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top