Fiat Serbia: costante calo delle esportazioni

I risultati semi annuali dimostrano che la FCA e ancora l’esportatore più grande

L’azienda Fiat Chrysler Automobiles Serbia negli ultimi sei mesi, secondo i dati di oggi resi pubblici dal Ministero delle finanze , ha esportato sui mercati europeo e nordamericano vetture per un controvalore pari a 471,4 milioni di euro, che la posiziona per il sesto anno di fila come esportatore più grande, però non più così convincente come prima.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Dopo la Fiat, come l’anno scorso si trova Hesteel Serbia (nuovo nome dell’Acceleria di Smederevo) le cui esportazioni a metà anno ammontano a 403,4 milioni di euro il che è di circa 123 milioni di euro ovvero del 44 per cento di più rispetto all’anno scorso. A differenza dalla Hesteel, le esportazioni dell’azienda di Kragujevac continuano a diminuire e così per la prima volta le esportazioni semi annuali sono al di sotto di mezzo miliardo di euro.

Nella prima metà del 2017 la Fiat ha esportato le vetture del valore di 562,2 milioni di euro, il che era molto meno rispetto ai risultati semi annuali degli ultimi anni e che come conseguenza ha avuto il fatto che l’anno scorso per la prima volta dal 2013 le esportazioni erano inferiori a un miliardo di euro, precisamente inferiori di 150 milioni di euro. Se si possa giudicare in base ai risultati attuali, le esportazioni di quest’anno saranno largamente inferiori a un miliardo di euro, il che era fino all’anno scorso lo standard, e quindi continua il trend negativo delle esportazioni delle vetture “Fiat 5001” sugli mercati esteri.

Le esportazioni della FCA Serbia, soprattutto sul mercato americano questo e l’anno scorso non sono state sostenute nemmeno dal restilyng della “Fiat 500L” la cui produzione ha iniziato il 25 maggio 2017.

La FCA Serbia ha avuto le maggiori esportazioni nel 2013 quando ha avuto un fatturato sui mercati esteri di 1,53 miliardi di euro. L’anno seguente le esportazioni ammontavano a 1,36 miliardi di euro, nel 2015 1,18 miliardi di euro, mentre nel 2016 erano pari a 1,07 miliardi di euro. L’anno scorso la riduzione delle esportazioni è stata più drastica e le esportazioni hanno raggiunto soli 850 milioni di euro.

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top