FEST 2019: Uno sguardo alle debolezze del potente Berlusconi

Il Fest di quest’anno chiuderà con la proiezione in anteprima del nuovo film di Paolo Sorrentino “Loro”.

La storia tratta della vita dell’ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi, che attraverso quattro mandati, quanto è stato al potere, è riuscito a farsi ricordare nella storia politica del suo paese come il soggetto con la personalità più controverso e corrotta d’Italia.

Nel ruolo di Berlusconi, vedremo Toni Servillo, uno degli attori preferiti di Sorrentino (ha recitato nei suoi film cult “Divo”, “La Grande Bellezza”), il quale ha ricevuto ottime critiche per la sua recitazione, molto migliori delle critiche del film stesso.

Il film di Sorrentino, l’anno scorso, è stato atteso a lungo in Italia, molto prima della sua uscita (il 24 aprile e il 10 maggio, in quanto è diviso in due parti), per il fatto che Berlusconi da quando si è iniziato a girare il film ha assunto i suoi avvocati. L’ex “grande capo” aveva dichiarato, in sua difesa, che sperava che il film non fosse un nuovo attacco politico su di lui, dal momento che, all’inizio del 2018, è rientrato ancora una volta nella corsa alle elezioni italiane.

La risposta di Sorrentino è che non si tratta affatto di un film politico, e che il suo protagonista principale non è “lui”, Berlusconi, bensì, come dice il titolo, “Loro” – la corte di politici di Berlusconi e cortigiane, che vivono nel lusso grazie a lui.

Qust’anno il Fest si terrà dal 22 febbraio al 3 marzo 2019.

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top