La ferrovia Belgrado-Bar ricostruita entro il 2021

I ministri del trasporto del Montenegro e della Serbia Osman Nurkovic e Zorana Mihajlovic hanno firmato a Podgorica il memorandum d’intesa e di collaborazione tra i Governi serbo e montenegrino sulla realizzazione dei progetti infrastrutturali.

“In base a questo memorandum, la Serbia e il Montenegro potranno definire i progetti che possono realizzare insieme nel settore delle infrastrutture” ha dichiarato la Mihajlovic, come riportato dal suo ministero a Belgrado.

Il ministro Nurkovic ha detto che il Montenegro finora ha ricostruito più del 40 per cento della ferrovia Belgrado-Bar sul suo territorio e che ha assicurato ulteriori 70 milioni di euro da prestiti e finanziamenti a fondo perduto a questo fine. “Il nostro obiettivo è di avere fra tre anni un collegamento ferroviario di maggiore qualità e il migliore trasporto ferroviario tra la Serbia e il Montenegro” ha detto Nurkovic, il quale ha aggiunto che alla riunione ha presentato al ministro con il ruolo anche da vicepresidente del Governo della Serbia i lavori sull’autostrada che attraversa il Montenegro, ovvero Boljare-Bar, come anche i piani per continuare la costruzione del Corridoio 11 in Montenegro.

Il ministro Mihajlovic ha dichiarato che la Serbia continuerà la costruzione del Corridoio 11 fino a Pozega e oltre fino a Boljari, e che entro il 2021 sarà ricostruita intera ferrovia Belgrado-Bar sul territorio della Serbia. “Il collegamento infrastrutturale è una via sicura per la migliore vita dei cittadini, e ogni strada, che si tratti dell’autostrada oppure quella regionale o che colleghi due paesi è sempre di un’enorme importanza. Su questo lavoreremo molto di più in futuro con il Montenegro perché non basta che ogni paese si occupi solo della propria infrastruttura” ha dichiarato Mihajlovic, come riportato dal suo ministero.

Parlando dell’autostrada sul Corridoio 11 che collegherà la Serbia e il Montenegro, la Mihajlovic ha detto che sarà istituita una commissione congiunta che definirà il punto di congiunzione dei due tratti. “Entro la fine di quest’anno saranno completati 103 chilometri da Obrenovac a Preljina, a marzo iniziano i lavori sul tratto Preljina-Pozega, e l’anno prossimo spero che avremo la documentazione di progetto pronta e la possibilità di iniziare a parlare su un contratto commerciale per l’ultimo tratto, da Pozega a Boljare, e che tra circa due anni possiamo iniziare i lavori” ha detto la Mihajlovic, aggiungendo che la Serbia dopo oltre 30 anni ha ricostruito il primo tratto della ferrovia Belgrado-Bar per 77,6 chilometri, Resnik-Valjevo, e che quest’anno si sta preparando la documentazione di progetto per continuare i lavori sul tratto da Valjevo fino al confine con il Montenegro. “Aspettiamo che l’anno prossimo continueranno i lavori sulla ferrovia Belgrado-Bar che potrebbero finire entro la fine del 2020 oppure entro l’inizio del 2021”.

La Mihajlovic ha anche aggiunto che “è importante lavorare anche sulla rimozione degli cosiddetti ostacoli non fisici, tra l’altro, attraverso l’istituzione dei passaggi di frontiera congiunti, come avremo con il Montenegro a Bijelo Polje perché è inammissibile che i treni merci stanno fermi otto e più ore al passaggio di frontiera”.

(N1, 23.07.2018, http://rs.n1info.com/a406248/Biznis/Pruga-Beograd-Bar-do-2021-nastavak-radova-na-Koridoru-11.html)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top