EPS: contratto stratosferico per la lettura dei contatori

L’Azienda elettrica della Serbia (EPS) ha concluso un contratto per la lettura dei contatori di energia elettrica per un importo che è almeno due volte superiore a quello attuale: è quanto ha scoperto il Balkan Investigative Report Network (BIRN).

Dopo aver indetto un appalto pubblico, nel mese di agosto 2016, ha EPS assunto un consorzio di offerenti, con la Società Sequester al suo timone, e affidato loro l’attività di lettura dei contatori elettrici e registrazione della quantità di energia elettrica consumata.

Il consorzio vincente è composto anche da una società privata di sicurezza Dobergard, da Protekta e Inter Safe commercial, e dalle agenzie di reclutamento Revnost, Work and Care, Faks e Izlaz.

Il consorzio ha avuto l’offerta vincente di 39,99 per la lettura dei contatori elettrici, importo di gran lunga maggiore rispetto al prezzo pagato da EPS in precedenza.

Il contratto è valido per due anni, e si prevede che il numero di reclami dei consumatori non debba superare lo 0,1% dei contatori in lettura. Se il numero di reclami dei clienti superasse questa percentuale, Sequester si è impegnata a risarcire i clienti che hanno presentato reclamo.

Una ricerca che BIRN ha condotto dimostra che il canone precedente per la lettura di contatori elettrici nelle aree urbane, dove sono molto più densamente distribuiti e dove la lettura dei dati dell’energia elettrica consumata è molto più semplice, ammonta a 10 dinari al metro, mentre la stessa tassa nelle zone rurali è pari a 30 dinari. La quota precedente era uguale per tutti i contatori indipendentemente dalla loro posizione, ed era molto più bassa di quella attuale.

BIRN riporta anche che l’Amministratore delegato ad interim di EPS, Milorad Grcic, si è rifiutato di rispondere alle domande circa le nuove tariffe. Così come ha fatto il titolare di Sequester, Dejan Jeremic.

Il Primo Ministro serbo Aleksandar ha confermato in giornata di ieri che sono state riscontrate irregolarità nei dati raccolti da EPS sull’energia elettrica consumata, causando l’innalzamento vertiginoso degli importi delle bollette per il mese di dicembre. EPS ha porto le sue scuse ai consumatori, annunciando un’indagine sulla questione.

(N1, 23.01.2017)

http://rs.n1info.com/a223002/Biznis/EPS-sklopio-skup-sporazum-za-citanje-struje.html

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top